Marsi Fantasy: una vetrina per il mondo del cosplay e gaming abruzzese

Con la promessa di tornare il prossimo anno, si è conclusa la quarta edizione del Marsi Fantasy, l’evento che ha portato ad Avezzano (AQ) l’universo cosplay e gaming. Si è trattato di un ritorno tra la gente dopo la pandemia. Per un weekend il magico mondo dei comics, dei super eroi, del cosplay ha tenuto banco nella Marsica, sempre più coinvolta in iniziative analoghe. La risposta della gente è stata, infatti, ricca di entusiasmo e volontà di passare un pomeriggio alternativo, lontano dal grigiore dei cieli plumbei.

Dal 20 al 21 novembre, in tanti hanno partecipato alle numerose attività ludico-ricreative proposte, sfidandosi in appassionanti tornei di Magic, Pokemon, Warhammer e YuGiOh e usufruendo gratuitamente di una fornita ludoteca.

MyZona

Grande successo per il contest dei cosplayer e per la mostra dei lavori grafici realizzati dagli studenti del Liceo Artistico “V. Bellisario” (sotto la guida della professoressa Giorgia Evangelista). Molto apprezzati anche i momenti musicali, in particolare quello della band aquilana “I cartoni per caso”.L’iniziativa è stata realizzata dal centro commerciale “I Marsi” in collaborazione con “L’Aquila che rinasce”; la manifestazione di fatto è una sorta di spin-off del festival “Sulle Tracce del Drago”, appuntamento pluridecennale del mondo nerd della nostra provincia.

Tante sono le altre realtà che hanno dato il proprio contributo per la riuscita dell’iniziativa, tra queste: “PlayaDice”, “Mokona 3D”, “Dentro Le Mura”, “Sam (Asd), “Ludobus Ri.Scossa”, “Startup L’Aquila” e la fumetteria “The Lost Dungeon” (L’Aquila). L’appuntamento è per il prossimo anno, sperando in un rilassamento delle normative anticovid.

Leggi anche: 22/11/63: quando Stephen King provò a evitare l’omicidio di JFK

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli