Louis Fantasia porta Shakespeare tra i vicoli di un borgo abruzzese

Si chiude domenica a Fontecchio (L’Aquila), con un evento finale, l’esperienza artistica del drammaturgo californiano Louis Fantasia, nell’ambito del progetto “Riabitare con l’arte”, realizzato da Carsa e con il sostegno dell’Usrc, l’Ufficio speciale per la ricostruzione del Cratere, che fino ad ottobre avrà come teatro i comuni di Barisciano, Fontecchio, Fossa ed Ocre, sostenitori del progetto, Acciano, Fagnano Alto, Poggio Picenze, San Demetrio ne’ Vestini, Sant’Eusanio Forconese, Tione degli Abruzzi e Villa Sant’Angelo, con protagonisti affermati artisti multidisciplinari, provenienti da tutto il mondo.

Come fondale le architetture medievali, i boschi e le montagne, come palcoscenico una piazza, un vicolo o un balcone, come attori tutti coloro, anche alle prime armi, che hanno deciso di accettare la sfida di esser parte di uno spettacolo, tratto dalle opere di William Shakespeare.

MyZona

“Ho lavorato qui, a Fontecchio, nella casa che si affaccia in questa bella piazza, 24 ore su 24, sette giorni su sette, per due settimane”, ha detto Fantasia rivolto agli aspiranti attori, “ho lavorato in incontri individuali e collettivi per provare le scene in uno dei tanti scorci molto belli che questo paese offre. Prima di tutto, si tratta di una esperienza divertente, come tutto ciò che è coinvolgente, e le opere di Shakespeare sono nate per essere popolari”. L’evento finale è in programma alle 18.15 in piazza del Popolo a Fontecchio.

Louis Fantasia, 73 anni ha prodotto e diretto più di duecento commedie e opere in tutto il mondo, ed è attualmente Associato Artistico dello Shakespeare Center di Los Angeles. Nel 2003, il Consiglio d’Europa ha intitolato a Louis Fantasia la collezione teatrale della sua biblioteca del Parlamento europeo. Nel 2016 è stato insignito della Croce d’ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica federale di Germania.

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli