“L’esorcista”: in arrivo una nuova trilogia sequel

Una colonna sonora da brividi. L’iconica immagine del prete che, nella notte e illuminato da un fascio di luce proveniente da una finestra, stava dritto davanti al tetro ingresso di una casa. La smorfia di Linda Blair che, con sorriso malevolo e il volto deturpato, osserva compiaciuta gli eventi diabolici.

Era il 1973 quando L’esorcista di William Friedkin usciva nelle sale. Da allora, il film vincitore di 2 Premi Oscar e 4 Golden Globe è diventato uno dei grandi classici del cinema horror, arrivando a terrorizzare tre generazioni di spettatori senza risentire degli anni che passano.

MyZona

È infatti il New York Times a riportare l’accordo con cui Universal Pictures, insieme a Blumhouse Productions e Morgan Creek Entertainment, per la cifra di circa quattrocento milioni di dollari, si è assicurata i diritti di produzione per una trilogia ispirata a L’esorcista e il cui primo capitolo dovrebbe vedere luce nel corso del 2023.

Il progetto sarebbe un sequel del film originale, andando a fungere da anello di congiunzione tra le vicende del 1973 e quelle attuali. Per la regia di David Gordon Green (Halloween e Halloween Kills), la storia racconterebbe di un bambino posseduto, il cui padre, interpretato da Leslie Odom Jr. (Assassinio sull’Orient Express e Hamilton), cercherà conforto e consiglio nella figura di Chris MacNeil, la madre della piccola Regan nel film di Friedkin, interpretata ancora una volta dal Premio Oscar Ellen Burstyn.

Leggi anche: “Old”: la riflessione sul tempo di M. Night Shyamalan

E Linda Blair? Proprio lei che più di quarant’anni fa ricevette la candidatura all’Oscar come Migliore attrice protagonista, divenendo una delle star indiscusse del film di William Friedkin? Alla notizia dell’assenza dell’attrice, il popolo del web è insorto, chiedendo a gran voce il coinvolgimento della stessa. E la risposta di quest’ultima, tramite il suo account ufficiale Twitter, non si è fatta attendere.

A tutti i fan che mi stanno scrivendo per saperne di più su un mio coinvolgimento nel nuovo reboot dell’esorcista, posso dire che, al momento, non si è discusso su di una mia partecipazione al progetto. Auguro tutto il meglio a chi sarà coinvolto e sono davvero commossa per la fedeltà che i fan hanno dimostrato verso l’esorcista e il mio personaggio”.

Da leggere anche

Riccardo Colella
Ha visto cose che voi umani non potreste immaginarvi, francamente se ne infischia e la sera non va a letto presto. Pensa in fretta quindi parla in fretta, dal Daily Planet a The Walk of Fame, per un’offerta che non poteva rifiutare e la vita è una questione di riflessi. Ogni tanto dà la cera e toglie la cera ma nessuno può chiamarlo fifone. È un bravo ragazzo, beve Martini agitato, non mescolato e la vanità è decisamente il suo peccato preferito.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli