Connect with us

Teatro

L’elefante di Raffaello, ecco radiodramma omaggio al “divino pittore”

Fabio Iuliano

Published

on

Va in “scena” sabato 13 giugno L’Elefante di Raffaello, un radiodramma spiritoso e nel contempo “reverente” per ricordare, dopo cinquecento anni, Raffaello Sanzio e l’amico aquilano Giovanni Battista Branconio.

L’appuntamento è per le ore 21 sul sito e sui canali social della Compagnia della Contessa. Il radiodramma è la versione senza scene e senza costumi dello spettacolo che, per il dilagare del Coronavirus, non è stato possibile presentare nelle sale teatrali. 

Nel radiodramma, come nella versione teatrale originaria, s’immagina che possa succedere di tutto, se una giornalista arrivata dal “mondo alla rovescia”, cioè dall’Australia, piomba in Italia nel bel mezzo delle riprese di un film su Raffaello. 

Un omaggio al “divino pittore” che arriva nel giorno del 76° anniversario della Liberazione dell’Aquila dall’occupazione nazifascista. 

LO SPETTACOLO IN PREMIÈRE

Si svolgono dialoghi tra personaggi che attraversano la barriera dei secoli, con esilaranti fraintendimenti e drammatiche rivelazioni. Intorno al misterioso elefante che fa da motore all’intera vicenda, si snoda l’evocazione della profonda amicizia con la quale Raffaello fu legato a Branconio, il gentiluomo aquilano annoverato tra i personaggi di spicco della corte pontificia negli anni culminanti del Rinascimento. 

L’Elefante di Raffaello è anche una smagliante esibizione dell’impegno tecnico e del talento con cui i giovani, ma già brillantemente affermati, componenti della Compagnia della Contessa hanno saputo superare le difficoltà del blocco operativo e del distanziamento fisico imposti dalla lotta contro il Covid-19. 

Infatti, gli 8 attori e i 5 musicisti coinvolti, non potendo trovarsi l’uno accanto all’altro negli studi di registrazione resi disponibili da Spazio Rimediato e BricaLab, hanno dovuto incidere tutti singolarmente i rispettivi interventi. Poi, è sopraggiunto il lungo lavoro in cabina di regia per montare ogni parte nella corretta sequenza, intrecciare il recitato con la musica e l’effettistica, equalizzare le caratteristiche del suono e dare complessivamente “smalto” al prodotto. 

Insomma, artisti e tecnici, con l’accorta guida del regista Fabrizio Pompei, hanno offerto un’ennesima riprova della creatività e determinazione con le quali il mondo dello spettacolo – Covid o non Covid – sa onorare la tradizione che vuole “the show must go on”. 

La base dell’intero procedimento è stata assicurata dalle partiture appositamente create da Errico Centofanti per il testo letterario e Sabatino Servilio per il testo musicale. 

“Abbiamo fatto un lavoro di adattamento”, spiega Pompei, “partendo da un testo pensato per una rappresentazione per immagini, per arrivare poi a un lavoro da cui emergeranno solo i suoni, nella tradizione dei radiodrammi, ossia racconti che vengono fuori nell’incastro tra dialoghi e voce narrante”.

I personaggi del radiodramma appartengono a 4 diversi mondi tra loro interagenti. Gli attori che danno vita al mondo della radio sono Ilaria Mícari, Marco De Paulis, Rosa Gaia Sciarretta.

Gli attori che fanno il mondo di Raffaello sono Claudia Muzi, Federico Colapicchioni, Alberto D’Amico. Quelli che danno vita al mondo del cinema sono Giuseppe Tomei Gemma Maria La Cecilia.

I musicisti che esprimono il mondo della musica sono Rita Alloggia, Sabatino Servilio, Claudia Vittorini, Lorenzo Scolletta, Marco Crivelli. Accanto a loro, Diego Sebastiani per il Sound design e Umberto Di Nino per l’Art direction. 

L’Elefante di Raffaello è un progetto ReStart; una produzione della Compagnia della Contessa, in collaborazione con l’associazione Multietnica Gentium e l’Istituto Cinematografico La Lanterna Magica; patrocinio del TSA Teatro Stabile d’Abruzzo. 

Da " L'elefante di Raffaello ", una produzione targata Compagnia della Contessa, vi presentiamo gli interpreti e i…

Pubblicato da Compagnia della Contessa su Venerdì 12 giugno 2020

Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Teatro

Alba Off (Limits): al via la rassegna teatrale indipendente nel cuore dell’Abruzzo

Saranno sei gli appuntamenti che contraddistingueranno il cartellone di Alba Off (Limits) 2020 nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale

Antonella Valente

Published

on

L’anfiteatro romano di Alba Fucens (L’Aquila) si prepara ad accogliere la seconda edizione della rassegna estiva promossa dal Teatro Off (Limits) di Avezzano (AQ). Saranno sei gli appuntamenti che, con il patrocinio del comune di Massa D’Albe, contraddistingueranno il cartellone di Alba Off (Limits) 2020 nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale.

Si partirà il 7 agosto (ore 18.30) con “Favole al telefono” uno spettacolo per ragazzi ad opera della compagnia Fantacadabra che si presenta come un viaggio attraverso alcune celebri favole e filastrocche di Gianni Rodari, capaci di catturare i piccoli grandi e i grandi piccoli.


Sabato 8 agosto la cornice dell’anfiteatro ospiterà a partire dalle 21 “Opera on Track”, un concerto di Paola Crisigiovanni grazie al quale “si volerà” sui grandi capolavori della storia operistica e dell’arte pittorica con delle elaborazioni compositive che si sovrappongono alle opere originali.

 
Il 9 agosto (ore 21), invece, sarà la volta de “The Wall: il Cinceconcerto” a cura della prog rock band RanestRane che presenterà una personale reinterpretazione delle musiche dei Pink Floyd sincronizzate con il film di Alan Parker, per dare vita ad uno spettacolo unico nel suo genere.


Spazio anche al musical con “EvoluScion”, a cura della compagnia Seven Arts, in programma l’11 agosto (ore 21). Uno show esilarante, ironico, spregiudicato e terribilmente attuale capace di far rivivere le varie fasi della vita di coppia.

Mercoledì 12 agosto (ore 21), invece, la compagnia Teatrabile proporrà “Pseudopseudolo”, liberamente ispirato al testo di Plauto con la chiara intenzione da parte degli attori di ricercare il vero volto dell’opera, re-inventandola pur rimanendo fedeli all’originale.


Si concluderà il 13 agosto (ore 21) con lo spettacolo “Con le ali della libertà” della compagnia Teatranti Tra Tanti, adattamento teatrale del racconto di Stephen King “Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank”, trasportato poi sul grande schermo nel 1994.

La seconda rassegna di Alba Off (Limits), non è solo la migliore ripartenza che avremmo potuto sperare, ma è anche la giusta occasione per dimostrare che l’arte è necessaria e insostituibile per noi come individui e come comunità – dichiarano i direttori artistici Alessandro Martorelli e Antonio PellegriniTroppo spesso consideriamo l’arte e gli artisti come un bene secondario, a cui potremmo facilmente rinunciare. Ma la pandemia, invece, ha dimostrato che l’arte non può fermarsi, e che l’uomo non può farne assolutamente a meno. Provate per un attimo ad immaginare la nostra quarantena senza film, serie tv, musica, libri ecc… Sarebbe stata un inferno. E ora provate ad immaginare una vita intera senza queste discipline. Un incubo vero? Per questo noi ripartiamo, e lo facciamo per tutti coloro che amano l’arte in ogni sua forma e che ci supportano con la loro presenza. Perché noi, nonostante tutto, non ci fermiamo. Noi ci siamo. E saremo lì, ad aspettarvi a braccia aperte”.

Biglietti:

Favole al Telefono:                                                      
Intero € 5,00

Opera on track / Evoluscion il Musical / Pseudopseudolo / Con le ali della libertà: 
Intero € 10,00
Ridotto € 8,00 (abbonati Stagione Teatro Off Limits e Stagione di Prosa al Teatro dei Marsi)

The Wall: il Cineconcerto:                                      
Intero €15,00
Ridotto €12,00 (abbonati Stagione Teatro Off Limits e Stagione di Prosa al Teatro dei Marsi)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Info: 366.6555303 / E-Mail: teatroffavezzano@gmail.com

Punto Informativo Largo Pomilio,  C.so della Libertà – Avezzano (Lun/Merc/Ven – 18.00/19.30) / Libreria Ubik (ex Rusconi) C.so della Libertà, 10 – Avezzano

Continue Reading

Teatro

“In aereo si ma in teatro no”, da Edoardo Siravo l’appello per una maggiore tutela del settore cultura

Federico Falcone

Published

on

Il premio alla carriera riempie d’orgoglio e fa enormemente piacere, però mi sento ancora relativamente giovane e pieno di voglia di continuare a fare questo bellissimo mestiere”. E’ un Edoardo Siravo genuinamente sincero, disponibile e sorridente, quello che interviene ai nostri microfoni dopo aver ritirato il Premio Flaiano 2020 alla carriera. In quel di Pescara, nel partecipare alla cerimonia di premiazione svoltasi al Teatro Monumento d’Annunzio, l’attore e regista romano, abruzzese d’adozione, controbilancia l’entusiasmo per il riconoscimento alla delusione per un’occasione perduta, da parte dell’Italia in quanto apparato amministrativo, per cambiare marcia e rivedere il sistema cultura, spettacolo e intrattenimento.

Sono 70 anni che non abbiamo una legge sullo spettacolo dal vivo, cosa che non avviene in nessun’altra parte del mondo. In questo senso questo Covid avrebbe dovuto farci ripartire per ottenere non solo delle sovvenzioni al fine di poter aiutare i professionisti e gli operatori del settore che ora sono fermi al palo, ma anche per avere una legge che li tutelasse. Loro, come l’intero settore. Questa è un’occasione che abbiamo forse perduto. Le istituzioni si mettano una mano sulla coscienza e difendano con maggiore serietà e lungimiranza questo campo. Si parla di distanziamento sociale ma la gente prende l’aereo. Lì sopra si sta tutti appiccicati, l’uno di fianco all’altro, ma in teatro si deve restare separati. Qualcosa non torna…”

“Ieri ho debuttato a Palermo col mio nuovo spettacolo – prosegue – ed erano presenti 150 spettatori in fronte a una sala che poteva contenerne 500. Tra loro magari c’era chi ha preso mezzi pubblici per spostarsi, all’interno dei quali è difficile parlare di distanziamento. In teatro si, sui mezzi pubblici no”.

Il premio ricevuto in Abruzzo ha per Siravo un sapore speciale. Con la terra di D’Annunzio, Flaiano, Silone, ha un legame particolare, reso tale non solo dal mondo del teatro, ma anche da legami personali e famigliari. “Per me è una seconda patria lavorativa, sono molto legato a questa terra. Nella mia carriera ho realizzato più di duecento spettacoli, ho fatto cose molto belle e apprezzate e il fatto che il riconoscimento arrivi proprio qui, dove mi sento a casa, è un valore aggiunto all’importanza dello stesso”, ha concluso.

Continue Reading

Teatro

Il Teatro Off Limits prova a ripartire, ecco i primi spettacoli in cartellone

redazione

Published

on

Il teatro non si ferma e non lo farà nemmeno la stagione di prosa indipendente del Teatro Off Limits giunta alla sua seconda edizione. Dopo il brusco arresto dello scorso marzo che ha portato incertezza e dubbi nel settore dell’arte e soprattutto del teatro, il Teatro Off Limits riparte più carico di prima per un finale di stagione con i fiocchi. Si inizierà recuperando i due spettacoli previsti nel cartellone 2019/20, per poi proseguire con una esuberante seconda stagione di Alba Off, tutto nel rispetto delle normative anti-Covid e del distanziamento sociale.

Il 24 luglio si riprenderà presso il Cortile della Scuola Media “E. Fermi” di Avezzano (AQ) con lo spettacolo “Solo di passaggio” di Alessandro Izzi. Il 2 agosto, invece, sarà la volta di “Su con la vita” di e con Maurizio Micheli, che sostituirà “Croce e delizia, signora mia…” di e con Simona Marchini e Paolo Restani.

“Quest’anno la situazione scaturita dalla pandemia di Covid-19, oltre a causare gravi tragedie umane, ha creato anche molti problemi in tutti i settori, compreso quello della cultura, dove operano le nostre associazioni – dichiara Alessandro Martorelli, codirettore del Teatro Off Limits – Dopo lo stop forzato ci siamo impegnati per ritornare con un’offerta culturale ancora più accattivante. E’ ora di ripartire da dove ci siamo fermati e lo dobbiamo a coloro che ci hanno supportato in passato e che lo faranno nei prossimi mesi”.

Il Teatro Off Limits è sempre stato al fianco dei propri spettatori anche durante i mesi di lockdown, non facendo mancare il proprio affetto e vicinanza. Dodici video divertenti che hanno mostrato la quotidianità degli “Attori per casa” hanno accompagnato le giornate della gente. Il Teatro, però, si è anche reso promotore, insieme all’Agenzia “Ponte di carta” e allo studio grafico DL Print di un’iniziativa letteraria benefica denominata “Quarantelle: novelle da Quarantena”, un’antologia di racconti che concorreranno a realizzare uno o più libri dedicati alla situazione di emergenza, il cui ricavato sarà destinato all’associazione AVIS.

Nonostante le difficoltà, tanta è la soddisfazione, come tiene a sottolineare Antonio Pellegrini, codirettore del Teatro Off Limits: “Per questa seconda stagione abbiamo incrementato gli abbonamenti e il consenso del pubblico. Tutto ciò conferma, dopo appena un anno, che stiamo lavorando bene. Nonostante la pandemia sono ottimista per una ripresa del nostro settore. Anche se la categoria “artisti” viene spesso discriminata,

nell’ambito delle molteplici attività messe in campo dimostreremo con professionalità e serietà che è necessario difendere l’arte e il ruolo che il teatro assume nella vita delle persone”. Gratificazione anche nelle parole di Cinzia Pace, project manager del Teatro: “In occasione della chiusura della seconda stagione del Teatro Off, non posso che esprimere la mia più profonda soddisfazione per l’ottima riuscita del nostro progetto, che non sarebbe potuto realizzarsi senza l’aiuto del pubblico, dei nostri fedeli abbonati e dei miei compagni di viaggio, bravi professionisti e grandi amici”.

“Solo di passaggio” – Cortile Scuola Media “E. Fermi”, Avezzano – 24 luglio ore 21

“Su con la vita” – Cortile Scuola Media “E. Fermi”, Avezzano – 2 agosto ore 21

Il Teatro Off Limits vi aspetta a braccia aperte per tornare a ridere insieme!

E’ obbligatoria la prenotazione

Costo biglietto (per i non abbonati): €10,00 Info: 366.6555303 / E-Mail: teatroffavezzano@gmail.com

Dal 13 luglio siamo anche presso il Punto Informativo di Corso della Libertà – Avezzano (Lun/Merc/Ven – 18.00/19.30)

Continue Reading

In evidenza