Leggere Sempre: il festival per celebrare la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore

Per celebrare la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, Biblioteche di Roma, nel suo 25esimo compleanno, in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori (AIE), organizza in diretta streaming Leggere sempre. Un festival di due giorni, 23 e il 24 aprile, dedicato al piacere del leggere e alle biblioteche di pubblica lettura. Una due giorni con incontri e approfondimenti che ci condurranno in un viaggio tra i libri, le biblioteche e la città di Roma attraverso numerose letture realizzate in collaborazione con Romaeuropa Festival e che si inserisce all’interno dell’iniziativa Maggio dei Libri, organizzata dal Centro per il Libro e la Lettura.

«Leggere Sempre – afferma Lorenza Fruci, Assessora alla Crescita Culturale – non é solo il bel titolo di questo festival ma anche la motivazione per cui in tutti i nostri quartieri c’é una Biblioteca, fondamentale presidio di conoscenza. Leggere rappresenta la voglia di conoscere, la possibilità di scoprire il mondo. Crescita culturale e personale. La rete delle Biblioteche a Roma racconta tanti punti di luce, per accendere il maggior numero possibile di intelligenze. La giornata mondiale del libro e del diritto d’autore è la giornata di tutti coloro che amano leggere, che credono nello scambio di pensieri fra esseri umani, una giornata che celebra la libertà».

MyZona

Leggi anche: “Verona riapre al mondo”, l’entusiasmo del sindaco della città veneta

Tante sono le testimonianze in programma. Dall’argentino Alberto Manguel, bibliofilo cosmopolita, vicino a Jorge Luis Borges, al Direttore della Biblioteca Bodleiana dell’Università di Oxford Richard Ovenden e ancora Marino Sinibaldi, autore dello storico format Fahrenheit e Presidente del Centro per il Libro e la Lettura. Dalle accademiche Lina Bolzoni, Nadia Fusini, Letizia Muratori e Daria Galateria a scrittori che negli ultimi anni hanno conquistato lettori e riconoscimenti in tutto il mondo: Manuel Vilas, Melania Mazzucco, Nadia Terranova e Lidia Ravera. E poi tante letture di testi sul libro: Gustave Flaubert, Marguerite Yourcenar, Romano Guardini, Virginia Woolf, Herman Hesse, Isaac Asimov, Alberto Vigevani, Giuseppe Pontiggia e tanti altri.

 «La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore – dichiara Vittorio Bo, Commissario Straordinario Istituzione Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale – rappresenta prima di tutto la difesa e la libertà del sapere dell’uomo. I libri sono, da secoli, il deposito delle memorie e delle storie dell’umanità e attraverso di essi conosciamo mondi, passioni, idee che ci vengono tramandate per essere interpretate da noi e portate nelle nostre vite, per consegnarle al futuro. Un concetto espresso chiaramente dalle recenti misure governative che consentono alle librerie e alle Biblioteche di restare aperte, anche nelle zone rosse, stabilendo un principio di non poco conto nel nostro Paese. E cioè il fatto che i libri, in Italia, costituiscono un bene essenziale al pari dei generi di prima necessità, fondamentali come un farmaco o un alimento. Una cura e una commestibilità ritenute risorse primarie”.

Leggi anche: “Leone d’oro alla carriera per Benigni: “Figura di riferimento senza precedenti”

Di seguito il programma di Leggere Sempre

VENERDI’ 23 APRILE

ore 10

Saluti istituzionali

On.Flavia Piccoli Nardelli, Commissione Cultura

Lorenza Fruci, Assessora alla Crescita Culturale

Marino Sinibaldi,Presidente del Centro per il Libro e la Lettura

Ricardo Franco Levi – Presidente dell’Associazione Italiana Editori

Vittorio Bo – Commissario Straordinario Istituzione Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale

ore 10,30

Lectio magistralis

La biblioteca come metafora, con Alberto Manguel. Traduzione consecutiva di Marina Astrologo

ore 11

Trame della lettura

Inaugurazione della mostra di Luisa Longo

ore 11,30

La meravigliosa solitudine della lettura, con Lina Bolzoni, a partire dal libro Una meravigliosa solitudine. L’arte di leggere nell’Europa moderna (Einaudi, 2019)

ore 12

Lettura

Noemi Francesca legge Marcel Proust, Il piacere della lettura (Feltrinelli, 2016)

ore 12,15

Il piacere dei classici, con Daria Galateria, a partire dall’ultimo libro di Amélie Nothomb, Gli aerostati (Voland, 2021)

ore 12,45

Letture

Lorenzo Terenzi legge Gustave Flaubert, Bibliomania in Storie di libri amati, misteriosi, maledetti (Einaudi, 2011)

Gabriele Paolocà legge Anatole France, Bibliofilia in Storie di libri amati, misteriosi, maledetti (Einaudi, 2011)

Federica Cassini legge Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano (Einaudi, 2014)

Riccardo Festa legge Stuart M. Kaminski, L’uomo che odiava i libri in Storie di libri amati, misteriosi, maledetti (Einaudi, 2011)

ore 14,30

Roghi di libri e di anime, con Richard Ovenden e Marino Sinibaldi, a partire dal libro Bruciare libri (Solferino, 2021). Traduzione consecutiva di Marina Astrologo

ore 15,15

Letture

Alessandra Langellotti legge Hermann Hesse, L’uomo con molti libri in Storie di libri amati, misteriosi, maledetti (Einaudi, 2011)

Anna Barenghi legge Isaac Asimov, Chissà come si divertivano in Storie di libri amati, misteriosi, maledetti (Einaudi, 2011)

Gioia Salvatori legge Mauro Giancaspro, Nel paese dove tutti vogliono leggere in Storie di libri amati, misteriosi, maledetti (Einaudi, 2011)

Gioia Salvatori legge Giuseppe Pontiggia, Leggere in L’isola volante (Mondadori, 1996)

ore 15,35

Leggere in uno scatto

Premiazione del concorso fotografico indetto da Biblioteche di Roma in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore

ore 16,05

I luoghi di Plautilla, con Melania Mazzucco, a partire dal libro L’architettrice (Einaudi, 2020)

ore 16,35

Maestre d’amore, con Nadia Fusini, a partire dal libro Maestre d’amore. Giulietta, Ofelia, Desdemona e le altre (Einaudi, 2021)

ore 17,05

Letture

Federica Cassini legge Virginia Woolf, Come si legge un libro? in Il lettore comune (Il Melangolo, 1996)

Gabriele Paolocà legge Alberto Vigevani, La febbre dei libri.Memorie di un libraio bibliofilo (Sellerio editore Palermo, 2000)

Evelina Rosselli legge Cristopher Morley, Il parnaso ambulante (Sellerio editore Palermo, 1992)

Noemi Francesca legge Romano Guardini, Elogio del Libro (Morcelliana, 1985-2017)

SABATO 24 APRILE

ore 10

Saluti istituzionali

ore 10,30

Roma è mio padre e mia madre, con Manuel Vilas, autore di Roma (Visor, 2021), in collaborazione con la casa editrice Guanda. Traduzione consecutiva di Rossana Ottolini

ore 11 

Roma, città per scomparire, con Lidia Ravera, a partire dal libro Avanti, parla (Bompiani, 2021)

ore 11,30

Guida acustica alla città di Roma, con Letizia Muratori, a partire dal libro The Passenger – Roma (Iperborea, 2021)

ore 12

Come una storia d’amore, con Nadia Terranova, a partire dall’omonimo libro (Giulio Perrone, 2020)*Letture a cura di Romaeuropa Festival

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli