La pandemia non ferma i trafficanti d’arte, rubato il Giardino della canonica a Nuenen in primavera di Van Gogh

Una tela di Vincent Van Gogh, Giardino della canonica a Nuenen in primavera, è stata rubata nella notte tra domenica e lunedì dal museo olandese Singer Laren. Il furto è avvenuto nel giorno del 167esimo compleanno dell’artista, nato a Zundert il 30 marzo del 1853.  I ladri sono riusciti ad accedere nel museo attraverso una porta vetrata, approfittando della chiusura iniziata il 13 marzo a causa dell’emergenza Coronavirus. Gli agenti sono intervenuti grazie all’allarme antifurto, tuttavia, una volta giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il furto. L’opera era stata prestata da un altro museo olandese, il Groninger Museum, per una mostra che si sarebbe dovuta tenere da gennaio a maggio, dal titolo Specchio dell’anima, con opere di artisti da Torop a Mondrian, oltre a Van Gogh, in cooperazione con il Rijksmuseum di Amsterdam.

«Sono enormemente arrabbiato e triste – ha detto il direttore del museo, Jan Rudolph de Lorm – Perché specialmente in questi giorni scuri, sento fortemente che l’arte è qui per confortarci, ispirarci e guarirci». Sconcertato anche Andreas Bluhm, direttore del Museo Groninger: «Speriamo che ci venga restituito il prima possibile e integro».

MyZona

Nel 1883 e nel 1884 Van Gogh aveva 30 anni ed era tornato a vivere con i suoi genitori a Nuenen, dove suo padre, pastore protestante, officiava nella chiesa raffigurata nel dipinto. L’artista realizzò il quadro come dono per la madre. Alla morte del padre, nel 1885, Vincent modificò il dipinto. Il giardino dietro la canonica, come egli scisse in una delle lettere al fratello Theo, era un luogo prediletto e vi compose parecchi lavori.

Non è la prima volta che un quadro del pittore viene rubato, nel dicembre del 2002 i due capolavori Vista dalla spiaggia di Scheveningen (1882) e La chiesa riformata di Nuemen (1884) vennero trafugati dal Vincent Van Gogh Museum di Amsterdam. Furono ritrovati una quindicina di anni dopo durante un’operazione anti-camorra e restituiti. Inoltre, nel 2007, dal giardino del Singer Laren Museum erano state rubate sette opere scultoree, tra le quali un bronzo di Rodin, poi recuperato mutilo.

Da leggere anche

Ylenia Mazzarella
Ylenia Mazzarella nasce in Abruzzo il 21\06\1996. Nel 2019 si laurea in Studi Storico-Artistici presso la Sapienza,Università di Roma, con una tesi dal titolo “La fortuna del Cristo Velato, da Sanmartino a Jago”. Durante il periodo di studi lavora per i Musei del Comune di Roma e collabora alla realizzazione di progetti volti alla promozione delle risorse storico-culturali e naturalistiche abruzzesi. Attualmente è iscritta al corso di Laurea Magistrale in Storia dell’arte

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli