Johnny Solinger, morto l’ex cantante degli Skid Row

Johnny Solinger, ex cantante del gruppo rock Skid Row fino al 2015, è morto per un’insufficienza epatica che da circa un mese aveva aggravato la sua situazione.

Era stato il frontman della band dal 1999 quando aveva sostituito Sebastian Bach, voce dal 1987.

MyZona

Con Johnny Solinger gli Skid Row registrarono due album, “Thicksin” nel 2003 e “Revolutions per minute” nel 2006. Ma anche due EP: “United world rebellion: chapter one” nel 2013 e “Rise of the damnation army- United world rebellion: chapter two” nel 2014.

Originario del Texas e amante della musica country si è spento a 54 anni a causa, probabilmente, dell’eccessivo uso di alcool. Oltre ad essere stato il cantante degli Skid Row la sua carriera iniziò con i Solinger, band di cui fu fondatore insieme a John Mott. In questa periodo pubblicò  “Solinger“, “Solinger II ” e nel 1999 “Chain Link Fence“.

Il suo percorso artistico ha incrociato gruppi come i Kiss, con i quali gli Skid Row aprirono circa 125 concerti, Def Leppard e Bon Jovi.

A parlare della sua malattia era stato lui stesso l’8 maggio scorso con un post sui social.

È con il cuore pesante che devo far sapere a tutti cosa sta succedendo a me e alla mia salute. Sono stato ricoverato in ospedale nell’ultimo mese. Mi è stata diagnosticata un’insufficienza epatica. E la prognosi non è così buona. Come con la maggior parte dei musicisti, non ho un’assicurazione sanitaria ed è molto difficile ricevere cure adeguate senza di essa. Ho perso molta forza e richiederò anche una terapia fisica. Al momento, sto cercando di mettere insieme una sorta di raccolta fondi per aiutare con le spese mediche e con le cure palliative di cui avrò bisogno nei prossimi mesi. Chiedo gentilmente a quelli di voi che potrebbero aiutare a mettere insieme questo per farsi avanti. Non chiederei tutto questo se non ne avessi davvero bisogno, ma purtroppo è qui che mi trovo.

L’ex moglie, l’attrice argentina Paula Marcenaro ha così commentato il lutto: “Johnny è passato. Gli tenevo la mano. È andato in pace. Grazie a tutti”.

Attraverso i social la stessa sua ex band gli manda l’ultimo saluto. “Siamo rattristati di apprendere la notizia di nostro fratello Johnny Solinger. I nostri pensieri sono con la sua famiglia, gli amici e i fan. Godspeed Singo. Saluta Scrappy per noi”.

Con la morte di Johnny Solinger la musica, il rock in particolare, perdono un’altra figura emblematica che ha contribuito con tutto il gruppo alla scena glam rock

Da leggere anche

Federico Rapini
Nato a Roma grazie alle notti magiche di Italia 90, si laurea in Lettere con indirizzo storico all’Università di Roma “Tor Vergata”. Cresciuto tra la passione per la Roma ed i libri di Harry Potter punta ad una nuova laurea in Filologia. Ancora deve capire se essere un Grifondoro o il nuovo Totti

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli