“Innamorata (F____U!)”: il nuovo singolo di Nina Zilli tra ironia e provocazione

Già dalla prima nota di “Innamorata (F____U!)” (Capitol Records Italy/Universal Music), il nuovo singolo di Nina Zilli, prodotto da Danti e con la speciale partecipazione di Saturnino al basso, si viene catapultati nel colorato mondo dell’artista. Con la sua ironia e il suo timbro unico, ci racconta di quanto nella vita si possa rimanere scottati, ci si innamori senza sapere il perché… ma alla fine, si sa, l’amore è così, non si spiega. 

Il brano sarà fuori ovunque venerdì 14 aprile e sarà accompagnato da un videoclip, prodotto da One Fingerz e diretto da Mauro Russo, con un cast d’eccezione che già in questi giorni l’artista sta spoilerando sui suoi canali social.

Leggi anche: Giovanni Allevi sta meglio: “Pasqua è giorno di rinascita, sono sicuro ci vedremo presto con tanta nuova musica”

“Il brano ha tutti quei riferimenti super Motown che piacciono a me, che caratterizzano la mia musica da quando ho iniziato – racconta Nina Zilli –  C’è tutta la parte vintage che mi rappresenta, negli arrangiamenti, nel modo di scrivere. Questo è un pezzo molto divertente che mi ricorda le atmosfere anni ‘60, translate però nella modernità. Inoltre, si sente anche l’influenza dell’urban, delle produzioni di Danti.”

In questo ultimo anno abbiamo visto l’artista cimentarsi nel suo primo romanzo “L’ultimo di sette”, pubblicare nuova musica con il singolo “Munsta” e collaborare con artisti come Danti in “Vasco a San Siro” e Inoki e DJ Shocca in “Sorelle”, per poi concludere l’anno cimentandosi nella recitazione nel film “La California”, che ha riscosso molto successo ottenendo importanti riconoscimenti in tutto il mondo.

Leggi anche: I Coldplay sbarcano al cinema con “Music of the Spheres: Live at River Plate”. Le date

Nina Zilli è un vulcano di energie che trova la sua massima espressione nella musica, ma che non si tira mai indietro davanti a nuove avventure e sperimentazioni artistiche: intrattenimento, cinema, scrittura, conduzione e chissà cos’altro. Nina è colore, risate, rumore, forti emozioni e grande passione. Nella sua carriera di oltre 20 anni è riuscita a crearsi una chiara identità grazie alla trasversalità e alla continua ricerca di nuove sfide. La sua musica trova le radici nel rock anni ‘70 per poi passare alla Motown, all’R&B della Stax, al soul e al pop rock dei primi ‘60, incrociando il tutto con la Giamaica e gli amori per alcuni grandi cantautori italiani come Mina e Celentano.

Articolo precedenteLa quattordicesima domenica del tempo ordinario: il nuovo film di Pupi Avati
Articolo successivoRocco Schiavone 5, anticipazioni della seconda puntata