Hub Roots trio, Jazz tra i borghi dell’Abruzzo con Meraviglie a portata di Mano

Nuovo appuntamento a Bominaco, in provincia dell’Aquila, con “Meraviglie a portata di mano”, il cartellone che dal 25 luglio al 22 agosto porta sulla Piana di Navelli concerti e spettacoli, escursioni a piedi e in mountain bike, degustazioni enogastronomiche, incontri e visite guidate.

Venerdì prossimo, 14 agosto alle ore 21.30 nel parco antistante il complesso abbaziale sarà la volta dell’Hub Roots trio, un originale trio jazz nato dall’incontro di tre giovani musicisti provenienti da percorsi formativi differenti ma con la passione comune per la ricerca e l’improvvisazione jazzistica.

MyZona

Come si intuisce dal nome Hub Roots è composto da tre musicisti tutti di origini abruzzesi – da notare l’assonanza fonetica della pronuncia del nome – Luigi Tresca sassofoni, Claudio D’Amato organo hammond e tastiere, e Pierluigi Tomassetti batteria.

Il trio strumentale propone un album di jazz moderno e fresco, melodico e accattivante, composto da brani e arrangiamenti completamente originali e inediti, una sintesi personale dove sonorità acustiche tradizionali vengono miscelate a suoni elettronici modulati.

Il progetto discografico di esordio è il risultato di un primo ciclo di crescita artistica e professionale del trio. Coadiuvato dall’amicizia che li lega, i componenti hanno deciso di dare spazio alla loro creatività e alla propria vena compositiva volta ad omaggiare la musica afroamericana ma affermando la propria identità.

Nel corso della propria carriera i componenti del trio collaborano con artisti italiani e internazionali partecipando a festival internazionali ed eventi culturali, esibendosi in prestigiosi teatri e club in Italia, dove il trio risiede, ed all’estero.

“Meraviglie a portata di mano” è un progetto finanziato con i fondi Restart che vede come Comune capofila Navelli e che lo scorso anno ha riscosso un incredibile successo con circa diecimila spettatori in quattordici eventi in altrettante location, con più di cinquanta artisti saliti sul palco.

Il progetto è realizzato in partnership con Caporciano, Carapelle Calvisio, Prata d’Ansidonia, San Pio delle Camere. Una proposta artistica realizzata in collaborazione con la Società aquilana dei concerti “Barattelli” e il Parco Avventura Il Regno dei Mazzamurelli.

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli