Golden Globes 2023, tutti i vincitori

Foto di John Moeses Bauan su Unsplash

Il riconoscimento ai film “Gli spiriti dell’isola – The Basheers of Insheerins” e “The Fabelmans”. I massimi premi individuali a Austin Butler e Cate Blanchett. L’apparizione cammeo del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, invitato dall’amico Sean Penn. Questi gli highglights della notte dei Golden Globes.

Fino a un anno fa era considerata una anticipazione degli Oscar, nonostante i suoi premi fossero assegnati da un ristrettissimo numero di giornalisti stranieri della Hollywood Foreign Press Association (Hfpa). Le accuse del “Los Angeles Times” all’organizzazione di essere una casta corrotta e razzista erano arrivate nel gennaio 2021, alla vigilia della 78ma edizione dei premi, con conseguente boicottaggio in massa di divi, studi e della stessa Nbc che aveva l’esclusiva della diretta.

Da allora la Hfpa ha fatto ampi sforzi per riformarsi. Una ventina di star candidate non si sono fatte vedere, tra queste Julia Roberts e la stessa Blanchett, ufficialmente “impegnata nel Regno Unito per lavoro”. Tuttavia, a dispetto dei timori della vigilia e delle piogge torrenziali in California che hanno bloccato ad esempio Kevin Costner premiato per “Yellowstone”, molti divi sono tornati a Beverly Hills per accettare i trofei in diretta tv.

I FILM: “The Fabelmans” e “Gli Spiriti dell’Isola” si sono divisi il podio, tra drama e comedy, con il film di Steven Spielberg che porta a casa anche il premio alla regia. Aveva vinto prima di adesso già tre Golden Globes dopo aver collezionato ben venti nomination. Il film di Martin McDonagh vince anche per migliore attore (Colin Farrell) e sceneggiatura.

GLI ATTORI: Austin Butler di “Elvis” ha vinto il Globe per il migliore attore in un film drammatico. Ha battuto Brendan Fraser di “The Whale”, Hugh Jackman di “The Son”, Bill Nighy di “Living” e Jeremy Pope di “The Inspection”. Fraser ha boicottato i Globes per essere stato molestato da un ex presidente della Hollywood Foreign Press Association, che da 80 anni li attribuisce.

Cate Blanchett ha vinto un golden globe come migliore attrice drammatica per “Tar”. Colin Farrell ha vinto, dunque come miglior attore in una commedia, nel film di McDonagh. Si tratta del secondo globo d’oro per l’attore, che nel discorso di accettazione ha ringraziato l’asinello Jenny, coprotagonista del film.

“Felice di essere alla cerimonia di persona”, Guillermo del Toro ha accettato il Golden Globe per il suo “Pinocchio” migliore cartone animato dell’anno. “Vita, perdite, appartenenza”: questi i temi del film per come il regista li ha sintetizzati ricevendo la statuetta. Globe alla carriera (Cecil B. DeMille Award) per Eddie Murphy, riconoscimento analogo (Carol Burnett Award) alla carriera televisiva per Ryan Murphy.

SERIE TV: Sul versante dedicato alle serie tv, “Abbott Elementary” vince ben tre premi, mentre resta a bocca asciutta “The Crown” e “House of the Dragon” si porta a casa il premio per la migliore serie drama. Successo anche per “The White Lotus: Sicily”, che oltre a vincere per la migliore miniserie, incorona anche Jennifer Coolidge.

Migliore serie drammatica – House of the Dragon
Miglior serie tv commedy – Abbott Elementary
Miglior miniserie – The White Lotus: Sicily
Miglior attore in una serie drammatica – Kevin Costner, Yellowstone
Migliore attrice in una serie drammatica – Zendaya – Euphoria
Miglior attore di una serie tv commedy – Jeremy Allen White – The Bear
Miglior attrice in una serie tv commedy – Quinta Brunson – Abbott Elementary
Miglior attore in una miniserie – Evan Peters – Dahmer – Monster: The Jeffrey Dahmer Story
Miglior attrice in una miniserie – Amanda Seyfried – The Dropout
Miglior attore non protagonista in una serie Comedy o Drama – Tyler James Williams – Abbott Elementary
Miglior attrice non protagonista in una serie Commedy o Drama – Julia Garner – Orzak
Miglior attore non protagonista in una miniserie – Paul Walter Hauser – Black Bird
Migliore attrice non protagonista in una miniserie – Jennifer Coolidge – The White Lotus

Foto di John Moeses Bauan su Unsplash

Articolo precedenteSong Of Surrender, il nuovo album degli U2 in uscita il 17 marzo
Articolo successivo“Terezin”: al cinema con Cesare Bocci e Alessio Boni per il Giorno della Memoria
Giornalista e docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e la testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale, il Centro. In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz”, l’anno successivo "Lithium 48", entrambi per "Aurora edizioni".