“Give up On Sunday”, i Matinée lanciano il nuovo singolo per la band italiana dall’anima British

Give up On Sunday” è il video del nuovo singolo dei Matinée, il secondo estratto da “Event Horizon”, l’ultimo disco della band uscito il 27 marzo per Neon Tetra Records, che sta riscuotendo un ottimo successo a livello radiofonico (tra le varie radio che lo hanno trasmesso c’è anche BBC Radio).

La clip, che si muove tra riprese e animazioni sulle note di un brano solare, leggero e positivo, arriva a toccare argomenti profondi e molto attuali.

MyZona

Ho immaginato di raccontare una storia d’amore a distanza. spiega il regista Francesco Coppola, già al lavoro – tra gli altri – con Calcutta e Margherita Vicario. Rappresentare la preparazione dettagliata di due persone creando l’illusione di un appuntamento reale, esasperandolo fino a vederle indossare le scarpe, pronte per uscire. Il loro appuntamento sarà virtuale, il loro desiderio si consumerà solo attraverso uno schermo.

Quello che sembra essere uno svantaggio, rimanere seduto davanti alla luce del pc, diventa la perfezione dell’incontro. Aggiunge Ivana Gloria, che ha curato la regia insieme a Coppola e l’animazione. Succede per davvero, come lo si è immaginato, nulla può andare storto. Ho voluto raccontare l’incontro di due ragazze attraverso l’evoluzione di immagini simboliche e carnali, creando un crescendo, per poter superare il distacco emotivo causato dal lockdown.

Questa condizione di distanziamento è ancora molto presente, racconta la band. Anche ora ci troviamo ad affrontare delle situazioni molto simili. Nel video tocchiamo il tema del contatto fisico: le protagoniste sono profondamente legate da un sentimento forte, ma non si incontrano di persona. Anche in questo post lockdown essere vicini è difficile: siamo intrisi di sfiducia verso ogni genere di contatto per paura di un contagio, di dover avere a che fare con un nemico invisibile.

Ma nonostante le paure e le difficoltà, nulla può fermare la potenza di un sentimento: ed ecco che le due ragazze, seppur fisicamente lontane, trovano il loro modo per essere vicine.

“Give Up On Sunday” è un inno alla gioia di vivere, alla libertà di essere ciò che vogliamo, senza lasciarci frenare da barriere sociali o spaziali, cercando di superare anche quelle complicazioni che a volte sembrano insormontabili. Un invito a lasciarsi andare e, almeno ogni tanto, vivere a pieno lo spirito della domenica: senza regole prestabilite, senza doveri, senza troppi pensieri.

CREDITI VIDEO

Regia: Francesco Coppola e Ivana Gloria. Animazione ed editing: Ivana Gloria. Attrici: Martina Limonta e Beatrice Simion. Direttore della Fotografia: Leonardo Di Fabrizio. Costume Designer: Marta Palomba. Color Correction: Marco Valerio Caminiti

BIO

Definiti da Carl Barat dei Libertines come “la risposta italiana alla musica indie dei Naughties”, i Matinée sono un quartetto composto da Luigi Tiberio (voce, chitarra, synth), Alfredo Ioannone (voce, basso), Giuseppe Cantoli (chitarra) e Alessio Palizzi (batteria) che oggi si  divide tra Regno Unito e Italia. Il nome si ispira alla celebre canzone del primo disco dei Franz Ferdinand, band a cui i Matinée sono profondamente legati: la loro carriera è sbocciata anche grazie al sostegno alla band scozzese, che in passato li elesse a sua tribute band ufficiale e li scelse come gruppo d’apertura di alcune date italiane. “Event Horizon” è il loro secondo disco, uscito il 27 marzo per Neon Tetra Records a sei anni di distanza dal precedente “These Days”.

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli