I fratelli Faggi: dal palco dell’Ariston ai nuovi successi

Giovani, belli e talentuosi. Impossibile descrivere i fratelli Faggi senza questi tre aggettivi. Abbiamo avuto tutti modo di apprezzare la giovanissima Elena nella categoria Nuove proposte della 71esima edizione del Festival di Sanremo. L’artista, appena diciannovenne, (cantante più giovane di questa edizione, insieme a Madame) è approdata sul palco dell’Ariston dopo essere stata selezionata in Area Sanremo con il brano “Che ne so”, canzone incantevole e orecchiabile .

La sua voce si è saputa distinguere fra quelle di tutti gli altri partecipanti in gara in quanto delicata, coinvolgente e pulita. Il pezzo, confida la stessa Elena in un’intervista tutt’altro che scontata, è nato tutto d’un fiato in pochissime settimane. Era il 23 febbraio del 2020 quando, guardando il meraviglioso cielo di Forlì (la città in cui vive con la sua famiglia) esclamò “questo cielo toglie il fiato”.

MyZona
Leggi anche “The Next Three Days”: il concetto di trasformazione di Paul Haggis

Proprio in quei giorni, come tutti possiamo ricordare, le scuole stavano chiudendo per l’allerta pandemia e così, approfittando del tempo libero, ha cominciato a strimpellare alcuni accordi con l’ukelele “rubato” a sua sorella. Ecco qui che la frase esclamata qualche giorno prima è entrata a far parte del testo della canzone. All’interno della stessa, poi, c’è anche spazio per suo fratello Francesco, talentuoso esattamente come lei, che sposa il progetto e le fa da arrangiatore/producer.

Sia Francesco che Elena raccontano di aver cominciato a studiare musica all’età di circa 6 anni. Il pianoforte lui, il violino lei, per poi spaziare entrambi, in un secondo momento, anche fra teatro, danza e musical. Ed è quest’impronta di artisti a tutto tondo che li contraddistingue dagli altri cantautori attivi in questo periodo. I loro brani (interessantissimo anche “Jim Carrey” di Francesco) hanno tutti un retrogusto che, in un modo o in un altro, sa di palcoscenico.

Leggi anche “Last Train Home, il nuovo singolo di John Mayer che anticipa l’abum Sob Rock”

Alla domanda “com’è nato il sodalizio con il Maestro Vessicchio?” subito la loro voce si fa più dolce.

“Abbiamo partecipato ad Area Sanremo senza l’appoggio di nessuna etichetta discografica. Abbiamo avuto modo solo in quel momento di far ascoltare il brano alle case discografiche e ai professionisti del settore grazie alla vittoria conseguita nel concorso. Tra questi c’era anche il Maestro Vessicchio che si è fatto avanti per dirigerci durante il Festival. Tutt’ora abbiamo ancora uno splendido rapporto e lui ci dà tantissimi consigli e supervisiona il nostro lavoro” ci rispondono.

Per quanto riguarda i progetti futuri – confida Francesco- sono in programma nuove canzoni e che il 23 luglio, invece, avremo modo di poter scaricare su Spotify il nuovo brano “Ten cuidado”, in cui li sentiremo nuovamente cantare insieme. “Ten cuidado” che in spagnolo significa “Fai attenzione” e che presenta sfumature e atmosfere ispaniche, è un singolo a cui i fratelli Faggi tengono moltissimo, essendo il primo pubblicato dopo la parentesi sanremese. Il pezzo ci racconterà delle raccomandazioni che si è soliti fare dopo una grossa delusione d’amore alla persona che prova a rimettere insieme i pezzi del nostro cuore.

Rimanendo in attesa dell’uscita del loro nuovo pezzo e del prossimo album, auguriamo a questi due bravissimi ragazzi una carriera brillante, sperando che oltre alle assi dell’Ariston possano calcare entrambi anche palcoscenici ben più importanti e, perché no, anche fuori dai confini del nostro “Bel Paese” dove la buona musica pare troppo spesso non essere più di moda.

di Simona Epifani

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli