Emmy Awards 2021: le nominations degli Oscar della TV

Sono state annunciate, nella giornata di ieri, le nominations agli Emmy Awards 2021. I principali premi televisivi americani, che negli ultimi due anni hanno subito il contraccolpo dato dalla pandemia di covid-19, si presentano con molte novità e con candidature a dir poco inaspettate. La cerimonia, che si terrà, virus permettendo, il 19 settembre sui canali CBS e Paramount Plus, vedrà quindi sfilare molti volti nuovi per la critica, ma già molto apprezzati dagli spettatori.

Vediamo quindi nel dettaglio tutte le nominations degli Emmy Awards di questa nuova edizione

MyZona
Miglior serie drammatica


The Boys
Bridgerton
The Crown
The Handmaid’s Tale
Lovecraft Country
The Mandalorian
Pose
This Is Us

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica


Uzo Aduba (In Treatment)
Olivia Colman (The Crown)
Emma Corrin (The Crown)
Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale)
Mj Rodriguez (Pose)
Jurnee Smollett (Lovecraft Country)

Miglior attore protagonista in una serie drammatica


Sterling K. Brown (This Is Us)
Jonathan Majors (Lovecraft Country)
Josh O’Connor (The Crown)
Rege-Jean Page (Bridgerton)
Billy Porter (Pose)
Matthew Rhys (Perry Mason)

Miglior serie comica


Black-ish
Cobra Kai
Emily in Paris
Hacks
The Flight Attendant
The Kominsky Method
Pen15
Ted Lasso

Migliore attrice protagonista in una serie comica


Aidy Bryant (Shrill)
Kaley Cuoco (The Flight Attendant)
Allison Janney (Mom)
Tracee Ellis Ross (black-ish)
Jean Smart (Hacks)

Miglior attore protagonista in una serie comica


Anthony Anderson (Black-ish)
Michael Douglas (The Kominsky Method)
William H. Macy (Shameless)
Jason Sudeikis (Ted Lasso)
Kenan Thompson (Kenan)

Miglior attore in una miniserie, serie antologica o film tv


Paul Bettany (WandaVision)
Hugh Grant (The Undoing)
Ewan McGregor (Halston)
Lin-Manuel Miranda (Hamilton)
Leslie Odom, Jr. (Hamilton)

Miglior attrice in una miniserie, serie antologica o film tv

Michaela Coel (I May Destroy You)
Cynthia Erivo (Genius: Aretha)
Elizabeth Olsen (WandaVision)
Anya Taylor-Joy (La regina di scacchi)
Kate Winslet (Omicidio a Easttown)

Miglior miniserie

I May Destroy You
Omicidio a Easttown
La regina di scacchi
The Underground Railroad
WandaVision

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica


Giancarlo Esposito (The Mandalorian)
O-T Fagbenie (The Handmaid’s Tale)
John Lithgow (Perry Mason)
Tobias Menzies (The Crown)
Max Minghella (The Handmaid’s Tale)
Chris Sullivan (This Is Us)
Bradley Whitford (The Handmaid’s Tale)
Michael K. Williams (Lovecraft Country)

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica


Gillian Anderson (The Crown)
Helena Bonham Carter (The Crown)
Madeline Brewer (The Handmaid’s Tale)
Ann Dowd (The Handmaid’s Tale)
Aunjanue Ellis (Lovecraft Country)
Emerald Fennell (The Crown)
Yvonne Strahovski (The Handmaid’s Tale)
Samira Wiley (The Handmaid’s Tale)

Miglior attore non protagonista in una serie comica


Carl Clemons-Hopkins (Hacks)
Brett Goldstein (Ted Lasso)
Brendan Hunt (Ted Lasso)
Nick Mohammed (Ted Lasso)
Paul Reiser (The Kominsky Method)
Jeremy Swift (Ted Lasso)
Kenan Thompson (Saturday Night Live)
Bowen Yang (Saturday Night Live)

Miglior attrice non protagonista in una serie comica


Aidy Bryant (Saturday Night Live)
Hannah Einbinder (Hacks)
Kate McKinnon (Saturday Night Live)
Rosie Perez (The Flight Attendant)
Cecily Strong (Saturday Night Live)
Juno Temple (Ted Lasso)
Hannah Waddingham (Ted Lasso)

Osservando le candidature, si nota subito una predominanza di produzioni Netflix con 129 nominations. Hbo (che quest’anno comprende anche le produzioni originali del canale streaming HBO Max), risponde con ben 130 candidature. Due reti che oramai sono sinonimo di qualità in tutto il mondo.

Arrivano invece inaspettate le candidature agli Emmy di serie come The Boys, nominata nella categoria Miglior serie drammatica e di Bridgerton, che posiziona Rege-Jean Pageall’interno della nomination come Miglior Attore protagonista in una serie drammatica. Due prodotti sicuramente di grande successo tra il pubblico, ma che non hanno avuto lo stesso riscontro con la critica oltre oceano, questo fino a ieri, quando l’annuncio delle candidature ha delineato una possibile apertura a nuovi generi dell’Academy

Sembra invece aver fatto il passo più lungo della gamba la rete Hbo, che qualche giorno fa ha cancellato Lovecratf Country dopo una sola stagione, nonostante i buoni risultati degli ascolti e dell’apprezzamento di pubblico e critica, che ieri ha dimostrato la propria opinione nominandola per ben 6 premi, tutti nelle principali categorie.

Menzione speciale in questi Emmy per le serie targate Disney Plus, che nonostante sia un canale giovane, è riuscito ad imporsi con prodotti di grande qualità, fra tutti spiccano The Mandalorian e Wanda Vision, che si sonoaggiudicati rispettivamente 24 e 23candidature ciascuno.

Non ci resta, quindi, che aspettare il 19 settembre per scoprire l’esito delle votazioni dell’Academy.

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli