Dr. Death: il medical thriller con con Joshua Jackson (video trailer)

Con Dr. Death Joshua Jackson (Dawson’s Creek, Fringe) torna sul piccolo schermo con un ruolo per lui inedito, quello del chirurgo omicida. Tratto dalla storia vera del dott. Christopher Duntsch, giovane neurochirurgo texano che invece di guarire i suoi pazienti, a causa dei suoi errori, li uccide oppure li invalida a vita. Tutto ha inizio quando il brillante dottore viene assunto in un nuovo ospedale di Dallas e due suoi colleghi, Robert Henderson e Randall Kirby, interpretati magistralmente da Alec Baldwin (30 Rock) e Christian Slater (Mr. Robot), si accorgono che i pazienti operati dal nuovo arrivato riportano tutti delle gravi conseguenze dopo l’intervento, molti addirittura mortali e decidono di fermarlo.

Leggi anche: Il francese “L’Èvénement” vince il Leone D’oro, tre premi per l’Italia

MyZona

La serie inizia dalla fine della storia, cioè da quando i due chirurghi smascherano il medico, e si sviluppa ricostruendo gli eventi che hanno portato fino a quel punto, mostrando come Duntsch sia stato sopraffatto dalla sua negligenza, dovuta a un mix di presunzione e arroganza, fino ad arrivare ad autoconvincersi di essere un genio incompreso della medicina e che a sbagliare fossero tutti gli altri.

Nell’intervista di presentazione della serie, Christian Salter parla dei medical drama e ci spiega cosa ne pensa:

“Stiamo vivendo in un periodo delicato, che fa paura, ma siamo tutti sulla stessa barca e certo non serve una serie medica a ricordarcela, ma aiuta ad essere prudenti. Io, ad esempio, adesso chiedo sempre un secondo parere medico. Merito anche di mia moglie (Brittany Lopez), una donna incredibile che si lancia in moltissime ricerche prima che qualcuno si avvicini a me”.

E quando gli viene chiesto quale sia per lui il segreto del successo di questo tipo di prodotti televisivi aggiunge:

“Il successo non ha mai una formula che si può spiegare, ma le storie di successo di solito si basano su un forte processo d’identificazione. I dottori di solito si sentono Dio e noi mettiamo sempre la nostra vita nelle loro mani. Ci sono eroi, ma anche inetti e ogni diagnosi è un rischio. Eppure alla gente piace un racconto che faccia riflettere e che mette anche un po’ d’ansia. Questa ricerca continua ci tiene vivi e le vicende raccontate sono reali, servono a mantenere alta l’attenzione sull’argomento perché il pericolo è reale. Non vogliamo che il passato si ripeta, ma serve anche tatto. I nomi delle vittime sono stati cambiati, ma bisogna agire sempre con il massimo rispetto verso questo trauma”.

Leggi anche: Con Io sono Dio Giorgio Faletti “predisse” l’11 settembre 20021

Dr. Death è stata creata da Patrick McManus, che ha visto il suo podcast iniziato nel 2018, subito dopo la condanna del medico all’ergastolo, essere scelto dalla Universal Cable Producions per diventare una miniserie di otto episodi.

La serie vanta un team di registe tutto al femminile con Maggie Kiley (Dirty John, Riverdale, Le terrificanti avventure di Sabrina), anche produttrice esecutiva dei primi due episodi; Jennifer Morrison (Euphoria) e So Yong Kim (Tales from the Loop, Room 104)

Distribuita negli Usa dal canale Peacock, piattaforma streaming del canale NBC, in Italia ha trovato distribuzione grazie a StarzPlay, dove sarà rilasciata il 12 settembre, disponibile su Rakuten Tv, Apple Tv e come canale su Amazon Prime Video e Infinity +.

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli