Contact(less), il MAXXI L’Aquila apre alle performance tra arte, musica, teatro e danza

Arte, teatro, musica e danza che renderanno L’Aquila un laboratorio urbano di creatività e sperimentazione, coinvolgendo cittadini di tutte le età. Parliamo di Performative.01, la cui prima edizione si intitola Contact(less) ed è realizzata dal MAXXI in collaborazione con l’Accademia delle Belle arti che per l’occasione riapre al pubblico il proprio teatro.

Un evento capace di coinvolgere tutta la comunità artistica, culturale e scientifica. “Con l’Accademia”, spiega Bartolomeo Pietromarchi, “abbiamo iniziato a collaborare già prima dell’apertura del museo per i corsi di formazione, le committenze, la mediazione culturale. Attraverso Contact(less) la collaborazione continua, coinvolge anche il Munda (Museo nazionale d’Abruzzo ndr), diretto da Maria Grazia Filetici, e si espande a tutta la città. Il titolo di questa edizione evoca un paradosso: se da un lato la mancanza di contatto legata alla digitalizzazione è indice di progresso dall’altro innesca un nuovo desiderio di interazione. Le azioni degli artisti”, prosegue Pietromarchi, “intendono allora riattivare una tessitura di relazioni, e affermare la centralità delle arti performative proseguendo nel solco di artisti come Joseph Beuys e Fabio Mauri, a cui questa prima edizione è dedicata”.

MyZona

IL PROGRAMMA Primo appuntamento questo pomeriggio – giovedì 16 settembre al museo, ore 18, con conferenze che diventano anche azioni performative (con-formance), protagonisti Bartolomeo Pietromarchi e l’artista Cesare Pietroiusti. A seguire, doppia performance al teatro dell’Accademia: “Bermudas”, lavoro coreografico ispirato dalle teorie del caos del coreografo mk/Michele Di Stefano (ore 19.30); “Perpendicolare”, affascinante innesto tra il mondo della musica di Cristina Donà, la danza di Daniele Ninarello e le composizioni musicali di Saverio Lanza (ore 21.30).


Venerdì 17 appuntamento alle 8 davanti a Collemaggio con Augmented Reality Aeroglyph di Tomás Saraceno. Nella stessa giornata, nella Sala della Voliera di Palazzo Ardinghelli alle 17, Silvano Manganaro introdurrà Podcast live, il programma di incontri con esperti per ripercorrere la storia e le diverse forme della performance.

Il programma della giornata continua nella corte di Palazzo Ardinghelli, alle 18 con l’artista e docente dell’Accademia Margherita Morgantin, la danzatrice e performer Roberta Mosca e la ricercatrice e soundmaker Martina Raponi, impegnate in uno scambio fra linguaggi e tradizioni Sempre nella corte di palazzo Ardinghelli, i bambini saranno protagonisti della performance Sparks 2021, intima e poetica, di Francesca Grilli (ore 19-20). Alle 21 al Castello sarà la volta dell’atteso appuntamento con i Masbedo in collaborazione con i musicisti Davide Tomat e Gup Alcaro

L’ultimo appuntamento della serata sarà alle 22.15 sul palco di MAXXI L’Aquila in piazza Santa Maria Paganica con la percussionista Valentina Magaletti. Sabato 18, appuntamento sempre in piazza Santa Maria Paganica, con gli studenti dell’Accademia. A partire dalle 13 fino alle 19, la corte del museo ospiterà performance Selvatico Spot di Edizioni Brigantino (Canedicoda + Valentina Lucchetti) in collaborazione con Hynverno Lab mentre alle 18, nella Sala della Voliera, Italo Zuffi (Abaq), Daniele Poccia e Giulia Vismara presenteranno la con-formance intitolata “Oscuramento 3”, ispirata alle opere di Fabio Mauri. La serata continua alle 19.30 al teatro dell’Accademia con “Otto” del collettivo Kinkaleri.

A seguire, sul palco di MAXXI L’Aquila saliranno Martina Raponi, i Ninos du Brasil e il produttore Ssiege. Conclude l’intensa giornata la performance ReVival di Elena Bellantoni, che ricreerà un’insolita atmosfera da discoteca anni ’80 in una vetrina di piazza Duomo. L’ultima giornata si avvierà alle 11.30 in piazza Santa Maria Paganica si avvierà con la con-formance di Piotr Hanzelewicz. Nel pomeriggio previste anche le performance di Filippo Tappi, Jacopo Ceccarelli/2501 con Ilaria Ceccarelli “Iosonoaria”. In campo anche Isabella Mongelli, Elisabetta Cibelli e il collettivo Fuori Genere. Tramite il canale Instagram del MAXXI sarà invece possibile seguire il talk tra Tomás Saraceno e Bartolomeo Pietromarchi. Alle 19.30, l’intervento di Hassan Khan, musicista, artista e scultore in “In Live Ammunition!”.

Foto: Hulki Okan Tabak on Unsplash

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli