“Atypical”, su Netflix il capitolo finale della serie

Il gran finale di Atypical arriva oggi, 9 luglio, nel catalogo Netflix.

La serie tv, che racconta l’autismo in chiave comica, è riuscita a far conoscere sia il lato negativo che quello positivo di questa patologia.

MyZona

La piattaforma streaming ha investito molto sulla realizzazione di questa produzione originale, che è riuscita a trattare una tematica così delicata, rendendola divertente e facendo entrare gli spettatori nei panni del protagonista.

Abbiamo passato 4 anni insieme a Sam Gardner, interpretato da Keil Gilchrist, un ragazzo affetto da sindrome di Asperger, accompagnandolo nel suo viaggio alla ricerca di sé stesso, dell’amore e dell’indipendenza.

Nel trailer rilasciato da Netflix troviamo Sam, alle prese con delle importanti decisioni da prendere, ora ha una casa tutta sua, che divide con l’amico e collega Zahid (Nik Dodani) ed entrambi sono in alle prese con l’esperienza del college, avvenimento che preoccupa non poco la madre iperprotettiva di Sam, Elsa (Jennifer Jason Leight),

I protagonistidi “Atypical” sono quindi in procinto di entrare in quella fase della vita dove bisogna iniziare a pensare a cosa si vuole davvero nella vita. Domande come “Cosa farai dopo il college?” e “Dove ti vedi tra dieci anni?” diventano i più importanti quesiti a cui dare una risposta.

E Sam di strada ne ha fatta parecchia, come ha dichiarato la stessa showrunner, Robia Rashid, a TV Line.

“Sam arriva a un punto in cui si rende conto che non è solo capace di cavarsela. Ora che è arrivato così lontano, qual è il prossimo passo? La decisione che prenderà sarà un passo così gigantesco, che gli sembrerà impossibile da realizzare. Ma ci lavorerà su molto”.

Leggi anche “Discoteche ancora chiuse: un possibile aiuto dalla Nazionale”

La stagione 4 di Atypical spingerà Sam verso un obiettivo ancora più ambizioso, un grande progetto che lo porterà su strade inaspettate.

Per la showrunner è stato molto difficile dire addio ai suoi personaggi, l’ultimo capitolo è stato scritto e girato durante la pandemia di Covid-19 e questo ha reso la lavorazione più complicata del previsto, ma, nonostante ciò, la stessa Rashid ha dichiarato che potrebbe scrivere di questi personaggi per altri 10 anni e che è molto soddisfatta di come finisce la storia.

“Mi sentivo come se fossimo arrivati ​​a un buon posto con tutti. Mi sembrava che il finale di tutti fosse soddisfacente”, ha spiegato. “Uno dei temi della serie è sempre stato cercare di capire di cosa avessimo bisogno in un determinato momento. E in questo momento avevamo bisogno di messaggi di speranza e di viaggi avventurosi. E la stagione 4 è così”, ha concluso Robia Rashid.

Accanto a Sam, Zahid ed Elsa, ritroveremo la professoressa Judd (Sara Gilbert) che aiuterà Sam a trovare la strada giusta per lui e la sorella Casey (Brigette Lundy-Payne) alle prese con il suo coming out e con le difficoltà che comporta.

Saranno, come nelle precedenti tre stagioni, gli affetti e le amicizie a risolvere gli eventi e le sfide che aspettano i giovani protagonisti, che troveranno modi unici e divertenti per arrivare all’indipendenza economica ed emotiva che li accompagnerà nell’ingresso dell’età adulta.

La quarta ed ultima stagione, composta da dieci episodi, sarà disponibile dal 9 luglio sulla piattaforma Netflix.

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli