Asta da record: il primo fumetto di Spider-Man è il più costoso del mondo

E venne il giorno. Nell’eterno dualismo “Marvel Vs DC”, Spider-Man ha sconfitto Superman, almeno per quel che riguarda il settore delle aste e del collezionismo. In principio, infatti, fu Kal-El. Era il 2014 quando Dattern Adams, noto mercante di oggetti da collezione e proprietario di un negozio di fumetti di Washington, mise in vendita il primo numero di Action Comics, albo in cui l’ultimo figlio di Krypton faceva il suo esordio.

Il rarissimo fumetto, in condizioni ottimali nonostante i 76 anni di età, fu battuto all’asta tramite ebay per 3,25 milioni di dollari, polverizzando ogni precedente record di vendita. È bene sottolineare come l’1% del ricavato, fu successivamente donato alla Christopher & Dana Reeve foudation, proprio in virtù del ruolo fondamentale che l’attore rivestì a partire dal film di Richard Donner del 1978.

MyZona

Un record che era subito parso difficilmente eguagliabile, almeno fino a pochi giorni fa, quando presso la casa d’aste Heritage Auction di Dallas, in Texas, si è concretizzata una vendita che ha lasciato tutti a bocca aperta.

Leggi anche: Viaggio nell’opera di Mauro Boselli, mito del fumetto italiano

Quando il martello del banditore è calato, il numero quindici di Amazing Fantasy, risalente al 1962 e all’epoca commercializzato per 12 centesimi di dollaro, ha fatto registrare l’astronomica cifra di 3,6 milioni di dollari, diventando l’albo più costoso al mondo.

Amazing Fantasy #15 è stato valutato con un punteggio di 9.6 su una scala di 10, quindi in condizioni pressoché perfette, addirittura meglio di qualsiasi altro visto finora, secondo gli organizzatori della vendita.

Il vicepresidente di Heritage Auction, Lon Allen, ha dichiarato: “Quale miglior fumetto avremmo potuto usare per battere il record, se non quello di Spider-Man, uno dei più grandi supereroi della Marvel? Sono onorato di aver preso parte ad una delle vendite di fumetti più significative mai realizzate. Nei miei 20 anni con Heritage, questa è stato sicuramente l’apice della mia carriera”.

Leggi anche: Ken il guerriero: cinema, musica e religione all’origine del mito

Ma Superman non è supereroe da starsene sul divano. E se consideriamo che entro la fine dell’anno una nuova copia di Action Comics #1 dovrebbe tornare all’asta, o meglio: una delle 34 attualmente conosciute al mondo a fronte delle oltre 200.000 stampate nell’aprile del 1938, c’è da aspettarsi un nuovo scontro tra i due supereroi. Ma i fumetti non erano roba per bambini?

Da leggere anche

Riccardo Colella
Ha visto cose che voi umani non potreste immaginarvi, francamente se ne infischia e la sera non va a letto presto. Pensa in fretta quindi parla in fretta, dal Daily Planet a The Walk of Fame, per un’offerta che non poteva rifiutare e la vita è una questione di riflessi. Ogni tanto dà la cera e toglie la cera ma nessuno può chiamarlo fifone. È un bravo ragazzo, beve Martini agitato, non mescolato e la vanità è decisamente il suo peccato preferito.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli