Alba Off: “cultura e territorio risorse importanti”. Al via la terza rassegna estiva

Anche l’attività teatrale sta ripartendo nella Marsica con il Teatro Off (Limits) di Avezzano. Alba Off, questo il titolo della terza rassegna teatrale estiva che avrà luogo nello splendido Anfiteatro romano di Alba Fucens. 8 spettacoli presentati durante la conferenza stampa tenutasi l’8 luglio nei pressi della chiesa di San Pietro in Albe. Gli appuntamenti, come spiegato durante l’esposizioni, avranno luogo dal 10 al 20 agosto e coinvolgeranno il pubblico di tutte le età.

A presenziare il dibattito la dottoressa Emanuela Ceccaroni, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio d’ Abruzzo, il sindaco di Massa d’Albe Nazzareno Lucci, i direttori artistici Antonio Pellegrini e Alessandro Martorelli, la project manager Cinzia Pace e Antonella Valente dell’ufficio stampa del Teatro Off (Limits).

MyZona

«Una terza rassegna – ha spiegato la Ceccaroni – che giunge dopo un anno difficile. Ma nonostante tutto siamo qui, affinchè ciò sia di buon auspicio per il futuro. La speranza è quella di poter arricchire ulteriormente la proposta culturale ed il territorio».

Alba Off, dunque, non sarà semplicemente una serie di eventi dal vivo per intrattenere il pubblico. Così come spiegato dal sindaco di Massa d’Albe Nazzareno Lucci, il quale supporterà gli appuntamenti previsti, l’obiettivo è valorizzare Alba Fucens e renderlo un posto di partecipazione attiva e collettiva.

«Faccio i complimenti per l’iniziativa , soprattutto perché si svolge in un territorio piccolo ma comunque ricco. Mi auguro che questo progetto possa dare il via ad una collaborazione tra i comuni meno popolati e piccoli per ovviare anche ai problemi di gestione ed investire sulla cultura». Ha dichiarato il sindaco lasciando spazio anche ad un breve sfogo nei confronti dello Stato sulla gestione dei territori in difficoltà. «In questo lasso di tempo abbiamo dovuto affrontare una pandemia e la tragedia della scomparsa di 4 ragazzi sul monte Velino. Ci siamo mobilitati subito nonostante tutto. Lo Stato deve capire quanto i comuni più piccoli siano importanti, soprattutto quando in gioco ci sono le attività culturali. Noi vogliamo fare cultura perché è questa che tiene in vita un territorio»

Durante la conferenza stampa i direttori artistici Antonio Pellegrini e Alessandro Martorelli del Teatro Off (Limits) hanno presentato il cartellone degli eventi in programma, non senza una sana dose di ironia che contraddistingue un evento come Alba Off. Leggerezza, simpatia e la gioia di poter rincominciare. Sono questi gli ingredienti con i quali i due direttori hanno presentato alla stampa gli 8 eventi che avranno luogo presso l’anfiteatro. Per l’occasione, poi, sono state mostrate delle magliette create per la campagna di crowdfunding.

«Siamo qui per presentare questa terza rassegna che abbiamo fatto con grande difficoltà. Abbiamo iniziato a gennaio e ancora siamo in ritardo [ride, ndr]. Dovrebbe essere una rassegna che ricopre tutti i generi teatrali e per tutti i gusti, con una piccola parentesi musicali. Partiremo il 10 agosto con “facciamo a pezzi Shakespeare “. Poi si passerà alle celebrazioni di Dante Alighieri in uno spettacolo in due tempi dove verrà reinterpretata la Divina Commedia. Ci sarà anche uno spettacolo per i ragazzi ed un musical con la compagnia Seven arts. Avremo anche una prima nazionale con “I matti di Dio” di Federico Perrotta, un grande interprete abruzzese».

Per supportare la nuova edizione di Alba Off Limits gli organizzatori hanno lanciato una campagna di crowdfunding, su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Si può contribuire attraverso l’acquisto del singolo biglietto oppure dell’abbonamento o della maglietta personalizzata. Addirittura, tra le opzioni, è prevista anche la possibilità di acquistare uno spettacolo presso la propria abitazione a cura della compagnia Teatranti Tra Tanti!

Se da una parte, dunque, c’era la voglia di ricominciare con un’offerta più ricca ed eterogenea che mai, dall’altra il senso di Alba Off sta tutto nell’intenzione di dare una ventata di aria fresca ad un territorio poco valorizzato. Proprio come ha sottolineato la project manager Cinzia Pace, la quale è intervenuta subito dopo lo sfogo del sindaco di Massa D’Albe: «cultura e territorio sono due risorse importanti. Dobbiamo crescere qualitativamente e puntare a circondarci di professionisti del settore. Il Teatro Off (Limits) cerca di far passare temi sociali e di valorizzazione del posto. Perché quello teatrale è un linguaggio universale che passa soprattutto dalla location. Noi vogliamo raccontare questo splendido posto attraverso il teatro cercando di coinvolgere tutti, dai più grandi ai più piccoli»

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli