Il coraggio di essere indipendenti: il Teatro Off di Avezzano e la voglia di uscire dagli schemi

Un anno di vita, con una stagione teatrale alle spalle e una in itinere, attesta il Teatro Indipendente Off (Limits) di Avezzano (Aq) come una tra le realtà artistiche emergenti più interessanti nel panorama abruzzese.

Una volontà precisa, quella di Alessandro Martorelli e Antonio Pellegrini, attori e ideatori del progetto culturale, di portare avanti un linguaggio specifico, settoriale e slegato dai contesti commerciali più ridondanti, al fine di garantire all’ars oratoria teatrale la dimensione di centralità che merita.

“E’ nata come scommessa”, spiega Alessandro Martorelli, “che nel giro di pochi mesi si è trasformata in una realtà consolidata. Attualmente la nostra stagione è una valida complementarità e non un’alternativa alla stagione di prosa del Teatro dei Marsi. I numeri degli abbonati e dei biglietti venduti per i singoli spettacoli ne sono una dimostrazione. Abbiamo presentato al popolo marsicano eventi di elevata caratura, realizzati da autori e attori, la maggior parte dei quali sconosciuti ai più, che non hanno nulla da invidiare ai nomi più blasonati del panorama teatrale/cinematografico italiano. Questo era il nostro obiettivo e siamo felici di averlo centrato”.

MyZona

Un feeling che nel corso dei mesi è aumentato, alimentando curiosità e interesse attorno a spettacoli non sempre conosciuti dal grande pubblico, dunque

La seconda stagione, infatti, ha visto un incremento sostanziale del numero di coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento alla stagione di Teatro Off. “Stiamo parlando di circa un 30% in più di abbonati”, afferma con orgoglio Antonio Pellegrini, “numeri che dimostrano come lo scorso anno siamo riusciti a creare interesse attorno ai nostri spettacoli. Pertanto siamo pienamente soddisfatti, ma ciò non significa che siamo a un punto di arrivo: c’è ancora molto da fare! Un’altra grande soddisfazione è stata quella di aver stretto dei rapporti lavorativi con compagnie e artisti di tutta Italia, con cui è in atto una sorta di scambio culturale che ci permetterà di intensificare la nostra presenza come attori sul territorio nazionale”.

Tra i principali obiettivi da perseguire vi è sicuramente quello di incrementare l’attenzione su questa seconda stagione che, dopo “Richiesta d’Amicizia”, andato in scena lo scorso venerdì 13 dicembre, proseguirà con “La Strategia del Colibrì” (17 gennaio). Progetto cui entrambi incentrano il focus della nostra chiacchierata è relativo alla collaborazione con le scuole del territorio, verso le quali sono in atto delle vere e proprie produzioni. C’è, inoltre, la volontà di portare avanti una stagione estiva dal titolo “Alba Off“, che animerà il meraviglioso anfiteatro romano di Alba Fucens, sito archeologico tra i più apprezzati nel centro-sud Italia. “Il nostro intento è istituzionalizzare queste due stagioni affinché possano essere considerate come un punto fermo del panorama culturale marsicano e abruzzese”, affermano in coro.

Ma le difficoltà esistono, inutile nascondersi. Quando sei una realtà artistico-culturale appena nata, poi, sono ancora più evidenti e ingombranti.

“Quelle che abbiamo riscontrato in questi due anni di attività sono collegate all’apparente disinteresse verso il panorama teatrale nello specifico e culturale in generale. “Apparente” perché, in realtà, abbiamo constatato che non si tratta di disinteresse vero e proprio, quanto invece di pigrizia mentale”.

“Le persone sono ancora appassionate di cultura (i picchi di share di certe trasmissioni come quelle di Alberto Angela ne sono un lampante esempio) ma c’è come la sensazione che si stia sviluppando (a causa della facilità di reperimento di spettacoli teatrali in rete) una sorta di “apprendimento passivo”. Questo penalizza ovviamente il teatro che invece vive di respiri, di emozioni condivise e di interazione, ma abbiamo felicemente notato che questo trend, almeno per quanto ci riguarda, sta lentamente cambiando. Così come sta cambiando la considerazione che ad un nome blasonato corrisponda sempre e per forza un bello spettacolo”.

Il prossimo appuntamento è per venerdì 17 gennaio: “La Strategia del Colibrì”, Castello Orsini – Avezzano, ore 21.00. Per info e acquisto biglietti:
INFO: 366 65 55 303
E-MAIL: teatroffavezzano@gmail.com
PRESS OFFICE: ufficiostampateatrooff@gmail.com
Punto Info – Corso della Libertà
(Lun/Merc/Ven – 18.00/19.30)
– Libreria Ubik Avezzano

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli