Roma a Teatro: gli spettacoli dal 13 al 19 dicembre

Donne stra-ordinarie, spettacoli di ricerca e grandi classici contemporanei e dell’antichità: nei teatri romani, in questa settimana che precede il Natale, non manca certo la possibilità di scelta.

Dal 14 al 19 dicembre, un tris d’eccezione sul palco del Quirino per una storia di rivincita e arguzia tutta al femminile: Vittoria Belvedere, Maria Grazia Cucinotta e Michela Andreozzi sono “Figlie di Eva”, per la regia di Massimiliano Vado (anche nel cast degli interpreti).

MyZona

Voci dal Teatro: intervista a Nancy Brilli e Chiara Noschese

C’è tempo fino al 15 dicembre all’OFF/OFF per “Maîtresse”, un coraggioso monologo liberamente tratto da “Memorie di una maîtresse americana” di Nell Kimball, nel quale Gaia Aprea ripercorre con dolcezza e, nello stesso tempo, brutalità la storia vera di una assoluta anticonformista.

Dal 13 al 19 dicembre, all’India, spazio alla quindicesima edizione di “teatri di Vetro”, l’ormai affermato festival diretto da Roberta Nicolai che anche quest’anno offrirà allo spettatore la possibilità di scegliere tra una vasta, eterogenea gamma di spettacoli e performance consultabile sul sito www.teatridivetro.it.

Sarà invece un periodo di feste natalizie all’insegna del mistero al Ciak, dove fino al 9 gennaio Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini portano in scena il capolavoro di Agatha Christie “E non rimase nessuno” (meglio conosciuto dagli appassionati della leggendaria scrittrice come “Dieci piccoli indiani”).

Tre soli giorni, dal 17 al 19 dicembre all’Ambra Jovinelli, per “Eleganzissima”, il recital scritto e interpretato dall’iconica Drusilla Foer che in questa nuova, aggiornata versione torna a raccontare la sua esistenza sopra le righe tra incontri speciali e infiniti aneddoti.

Le grandi sfide ambientali del nostro presente e la necessità di un immediato cambiamento di comportamenti da parte dell’uomo, sono al centro di “Un pianeta ci vuole. C’è nessuno?”, dal 14 al 19 dicembre al Vittoria, con Ugo Dighero e Daniele Ronco.

Leggi anche: Dopo Frida arriva Van Gogh: a gennaio al cinema il docufilm sul pittore olandese

Dal 16 e sempre fino al 19 Lo Spazio, Benedicta Boccoli e Claudio Botosso portano sul palcoscenico di via Locri 42/44 “Dis-Order” due avvincenti atti unici di Neil Labute incentrati sull’oggetto feticcio della società contemporanea, il telefonino, e sulla sua capacità di saper improvvisamente cambiare i destini delle persone. Stesse date, infine, per “Prometeo”, al Palladium, in cui Edoardo Siravo, diretto da Patrick Rossi Gastaldi, è alle prese con la drammatica e sempre attuale ribellione dell’eroe di Eschilo.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli