Per il terzo anno consecutivo Le Vibrazioni sul palco dell’Ariston di Sanremo

Il rock della band milanese incontra per la prima volta la musica classica. Dopo il successo del tour del ventennale, Le Vibrazioni tornano per il terzo anno al Festival di Sanremo, in gara nella sezione Campioni con il brano “Dov’è”.

Le Vibrazioni, formate da Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani Garrincha e Alessandro Deidda, sono una delle band italiane più longeve con i loro 20 anni di carriera, in cui si sono imposti nella scena pop rock italiana conquistando le classifiche radiofoniche con i loro singoli.  

MyZona

Hanno all’attivo 5 album che contano complessivamente più di un milione di copie vendute. Nel 2019 hanno girato l’Italia con 80 concerti, davanti a un totale di oltre 600 mila persone, compreso un live speciale al Mediolanum Forum di Assago, Milano.

Partirà il 17 marzo dal Teatro Golden di Palermo “Le Vibrazioni in Orchestra di e con Peppe Vessicchio”, il nuovo tour de Le Vibrazioni nei più importanti teatri d’Italia. Uno spettacolo unico, in cui presenteranno tutti i loro più grandi successi in una chiave inedita, accompagnati da un’orchestra di 20 elementi, con nuovi arrangiamenti ideati e realizzati per l’occasione dal Maestro Peppe Vessicchio

Queste le date:

17 marzo – Teatro Golden, PALERMO

18 marzo – Teatro Impero, MARSALA (Trapani)

19 marzo – Teatro Metropolitan, CATANIA

23 marzo – Teatro Alfonso Rendano, COSENZA

24 marzo – Teatro Apollo, LECCE  

25 marzo – Teatro Team, BARI

30 marzo – Teatro Massimo, PESCARA

2 aprile – Teatro Augusteo, NAPOLI

3 aprile – Gran Teatro Geox, PADOVA

7 aprile – Teatro Tuscanyhall, FIRENZE

8 aprile – Teatro Nazionale, MILANO

15 aprile – Teatro Politeama Genovese, GENOVA

16 aprile – Teatro Europauditorium, BOLOGNA

17 aprile – Teatro Colosseo, TORINO

20 aprile – Auditorium Parco Della Musica – Sala Sinopoli, ROMA

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli