Connect with us

Attualità

Matera omaggia Piero Angela con il premio alla carriera. Celebrato l’impegno nella divulgazione scientifica

Federico Falcone

Published

on

Matera, capitale europea della Cultura 2019, è pronta a riaccendere i riflettori su  I Sassi d’Oro, appuntamento giunto alla sua quarta edizione, che premia mestieri e professionalità del cinema in una cornice unica al mondo.

Nel cuore del centro storico della città dei Sassi, il 4 ottobre Monica Maggioni condurrà la serata di premiazione, assegnando i celebri “I Sassi d’Oro” a personalità del cinema e della tv che si dono distinti per l’eccellenza nella loro professione. 

Ad attribuirli, una giuria composta, tra gli altri, da Irene Bignardi, giornalista e critica cinematografica, l’attrice Roberta Mattei, il Presidente di Gattinoni e Presidente della Sezione Tessile e Moda di Unindustria Stefano Dominella, il giornalista e scrittore del Sole 24 Ore Damiano La Terza, il regista Carlo Fumo.

Tra i premi assegnati, spicca l’omaggio alla carriera a Piero Angela per il suo impegno alla divulgazione scientifica, culturale e televisiva, che lo riceverà proprio nella città della Cultura 2019.

Ancora top secret la lista ufficiale degli altri premiati ma a “Casa Cava”, uno splendido anfiteatro all’interno dei Sassi patrimonio dell’UNESCO, sono attesi: Paola MinaccioniGiorgio Tirabassi, il regista Roberto CenciLudovica Nasti (giovane rivelazione della serie TV L’amica geniale), Giampaolo Letta AD di Medusa , Marco Belardi AD di Lotus Production, Luca Abete di Striscia la notizia.  Madrina di questa edizione sarà l’attrice Roberta Giarrusso.

Il 3 ottobre alle 19.30, come evento speciale che anticipa la premiazione del giorno dopo, lo storico cinema Il Piccolo di Matera ospiterà la proiezione del film Il Grande Salto diretto ed interpretato da Giorgio Tirabassi che, insieme alla protagonista Roberta Mattei, saluterà la città ed incontrerà il pubblico.

Non mancherà il consueto appuntamento con i giovani con Laboratori, workshop, residenze artistiche.Per finire le novità di quest’anno I Sassi d’Oro inizierà la prima fase di Internazionalizzazione consegnando un premio speciale  a New York il 19 novembre all’interno del Festival Italian Movie Awards.

Fondatore e direttore editoriale del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Continue Reading

Attualità

“La speranza si nutre con la fantasia”: anche libri per bambini nel carrello della spesa sociale

Fabio Iuliano

Published

on

“C’è bisogno anche di storie e immaginazione per costruire la speranza per il futuro”. Questa la motivazione che ha spinto a inserire dei libri per bambini nel carrello della spesa sociale per le famiglie in difficoltà a Bari. Una proposta concepita dall’assessore comunale al Welfare Francesca Bottalico, in collaborazione con la biblioteca dei ragazzi e delle ragazze del Comune di Bari. Il supporto è anche quello della rete Bari socialbook.

“Accanto ai bambini e alle bambine della città”, scrive su Facebook la Bottalico. “Insieme all’impegno rivolto a rispondere ai bisogni e alle difficoltà di questi giorni, l’assessorato al Welfare intende restare accanto ai bambini e alle bambine della città, capaci di donare speranza, bellezza e resilienza agli adulti e alla città”.

In tutta la Penisola, aumentano le iniziative rivolte ai più piccoli. UNLA AQ, centro di  promozione e diffusione culturale della città dell’Aquila ha avviato il  concorso “RaccontiAMOci” in collaborazione con il Teatro dei 99 concorso virtuale artistico letterario inviato in tutte le scuole di ogni ordine e grado della provincia dell’Aquila.

Verrà regalato settimanalmente un libro selezionato tra  “I grandi capolavori per la letteratura per ragazzi (offerti gratuitamente dai rappresentati editoriali del nostro territorio:  Gruppo Mondadori, Rizzoli libri, Pearson, Raffaello) a tutti i ragazzi che  invieranno  le proprie riflessioni sul momento delicato che stiamo vivendo, raccontando le proprie emozioni e la realtà che respirano guardando fuori dalla propria finestra. Potranno utilizzare la forma artistico espressiva a loro più congeniale: arte, scrittura, danza, altro. 

Continue Reading

Attualità

Un ponte aereo tra Roma e l’Abruzzo, la meraviglia catturata dai droni di Pagliai

Fabio Iuliano

Published

on

Si chiama “Three Color” ed è la suggestiva e commovente testimonianza visiva che Mauro Pagliai, videomaker e fotografo freelance abruzzese, dona alla sua terra e all’Italia intera in questi tempi difficili della pandemia.

Pagliai, artista di riconosciuta creatività e professionalità, ha ottenuto attestati prestigiosi come il premio AirVuz per il video “Not Only NOW, it’s EPIC” girato intorno a Rocca Calascio.

Ecco Three Color:

Green
White
Blue
Repeat

Continue Reading

Attualità

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”, la magia del Dantedì

Fabio Iuliano

Published

on

Oggi si celebra per la prima volta il Dantedì, un’intera giornata dedicata al sommo poeta Dante Alighieri, simbolo della letteratura e della lingua italiana. Il 25 marzo è, secondo gli studiosi, il giorno dell’inizio del viaggio ultraterreno della Divina Commedia, di questo suo lungo cammino, tortuoso ma salvifico.

Sarebbe ridondante ed arduo tentare di riassumere l’opera nella sua struttura e complessità, con la sua raffinata musicalità e commovente dolcezza, perfezione tecnica e potenza emotiva. Pertanto, qui ci limitiamo ad una sola osservazione, legata all’attualità dei suoi endecasillabi. Infatti, in un momento così complesso quale quello in cui siamo, la lettura di Dante può infondere potenti messaggi di speranza. Perché, a ben guardare, il percorso dell’autore della Commedia non è altro che un procedere dall’oscurità alla luce, da una selva oscura infernale verso la celestiale visione del Paradiso.

È un itinerario faticoso, durante il quale Dante incontra centinaia di anime cogliendo gli effetti, al cospetto di Dio, delle azioni compiute in vita. Emblematica, in tal senso, è la prima Cantica, la più celebre: l’Inferno. I dannati emergono dai versi danteschi nel loro umano dolore, colti nelle terribili pene assegnate per la legge del contrappasso. Secondo quest’ultima la punizione scontata è modellata per analogia sul peccato, per cui ad esempio i golosi sono condannati a vivere e a mangiare nel fango; gli iracondi si percuotono selvaggiamente a vicenda; i ladri sono nudi e con le mani aggrovigliate dai serpenti, e così via.

Lo scenario è spaventoso e soprattutto terribilmente buio. A dispetto dell’immaginario comune, che vorrebbe l’Inferno come un luogo infuocato, costellato di fiamme, quello dantesco è invece irrimediabilmente oscuro, privo di connotazioni coloristiche e luminose, «aura sanza tempo tinta». Le tenebre rendono l’incedere ancor più difficoltoso e sono naturalmente determinate dall’assenza della luce divina, di cui si potrà godere soltanto nel Paradiso. Così, procedendo in questo luogo fosco, in cui risuonano i pianti inconsolabili dei dannati, Dante arriva fino al centro della terra, nel punto più lontano da Dio, dove è conficcato Lucifero, principio di ogni male.

Avendo visionato la nera voragine nella sua angosciante interezza, il poeta può dunque, finalmente, abbandonare lo spazio infernale, fino a risalire sull’altro emisfero dove si trova il Purgatorio.

Quest’operazione è descritta con celeberrimi endecasillabi: «Salimmo sù, el primo e io secondo, / tanto ch’i’ vidi de le cose belle / che porta ’l ciel, per un pertugio tondo. / E quindi uscimmo a riveder le stelle» (Inferno XXXIV, 136-139).

In questi eloquenti versi, si coglie un messaggio universale: dopo ogni asperità, torna la luce. Oggi più che mai queste parole si riempiono di fiduciosa speranza: passo dopo passo, tra lacrime e preghiere, la notte oscura terminerà. Torneremo a riassaporare la lucentezza del cielo stellato sopra i nostri occhi, ma per ora restiamo a casa… e leggiamo Dante.

È doveroso precisare, infine, che questa situazione di emergenza che stiamo vivendo ha determinato una riduzione degli eventi previsti per tale prima edizione del Dantedì o, nel migliore dei casi, lo slittamento degli stessi sulle piattaforme digitali.

Continue Reading

In evidenza