Connect with us

Entertainment

L’arte 2.0: il make-up. Intervista a Chiaroscuromakup, l’influencer abruzzese Claudia Cucinelli

Da quattro anni ha avviato la sua attività di beauty influencer sia su Youtube che su Instagram. Ed è proprio grazie ai social network che ha ampliato la sua conoscenza di tecniche e stili innovativi.

Licia De Vito

Published

on

Claudia Cucinelli si è formata presso la Making Beauty Master Academy di Roma sotto la guida della Makeup Artist di celebrità Chiara Corsaletti. Il suo passato decennale da fotografa (con un master in fotografia fashion e still life presso lo IED) le ha dato grandissima esperienza nel campo dell’immagine insegnandole a costruire perfettamente il look giusto per ogni occasione, sempre con un’attenzione particolare ai trend e alla qualità dei prodotti utilizzati.

Da quattro anni ha avviato la sua attività di beauty influencer sia su Youtube che su Instagram. Ed è proprio grazie ai social network che ha ampliato la sua conoscenza di tecniche e stili innovativi. Questo le ha permesso di lavorare anche fuori regione con clienti di tutto il mondo acquisendo sempre più seguito sul web.

Ciao Claudia, cerchiamo di conoscerci un po’ meglio: ci racconti delle tue passioni in campo artistico e della tua formazione professionale?

Ho iniziato a esplorare il campo della fotografia da giovanissima data la tradizione di famiglia. La fotografia, infatti, era la professione di mio padre. Sono stata, da subito, particolarmente attratta da tutto ciò che riguardava l’allestimento del set, i costumi, lo storytelling e il trucco. Diciamo che la parte tecnica del mestiere era ciò che mi appassionava meno! Vedevo la macchina fotografica esclusivamente come un mezzo per dare vita ai miei viaggi mentali e alla mia creatività.

Da fotografa a food blogger fino a make-up artist, una donna dinamica e piena di risorse!

Ecco perché ho sempre cercato diversi stimoli nel campo fotografico, cosa che mi ha condotta ad esplorare il mondo del food (coi suoi colori, gusti ed allestimenti ) oltre a quello della ritrattistica classica. Il makeup è stato sempre un fil rouge che accompagnava i miei lavori, a volte era fondamentale per permettermi di realizzare dei concept precisi. Ovviamente all’inizio non avevo un truccatore che mi aiutasse sul set, così ho iniziato a “pasticciare” da sola. Piano piano, inaspettatamente, il mondo del makeup ha preso spazio in maniera preponderante nella mia vita, dopo l’apertura del mio canale youtube.

Approfondiamo il discorso social network. Come hai deciso di iniziare l’avventura Youtube? Qual è il tuo rapporto col mondo del web in generale? Come si ottiene tanto seguito?

Ho deciso di cimentarmi su questa nuova piattaforma perché mi incuriosiva. Erano i primi anni dei tutorial online e la cosa mi sembrava innovativa e stimolante! Inoltre mi è sempre piaciuto parlare in pubblico ed insegnare ciò che sapevo ed il canale youtube mi sembrava un buon modo per migliorare le mie skills. Al tempo, avere seguito era abbastanza facile perché il Tubo non era popolare come ora e non c’era così tanta varietà di contenuti, bastava accendere la webcam! Adesso invece youtube ha soppiantato la televisione stessa, ed è difficilissimo emergere. Nel mio caso, mi ha premiato la costanza perpetrata negli anni: ho costruito un pubblico non enorme ma molto fedele!

La tua vita virtuale come si intreccia con quella reale? Riesci sempre a conciliarle?

Cerco di tenere divisa la mia vita privata da quella personale. infatti non amo definirmi un’influencer ma una creatrice di contenuti. Non sono a mio agio nel condividere la mia quotidianità in maniera eccessiva, essendo io una ragazza dalla vita piuttosto semplice, che non ama costruire artifici o alterare la realtà per avere più seguito. Per questo mi reputo più orientata verso un pubblico adulto che solitamente cerca più consigli su internet e meno “reality”…attività per lo più destinata ad un pubblico teen.

Per concludere, che messaggio vorresti veicolare attraverso i tuoi social?

Cerco di essere più vera possibile, per questo ho deciso di non editare più le mie foto, almeno in maniera high end . Trovo giusto che gli utenti dei social si rendano conto dei limiti che la fotografia ed il trucco hanno! Spesso si confonde il makeup con photoshop e questo è un mito da sfatare! Poi (gusto personale) trovo bello l’editing “spinto” fatto su basi già fresche e giovani…Non so, su di me che ho 36 anni mi iniziava a sembrare un pò “too much” e mi dispiaceva dare un taglio troppo editoriale ai miei contenuti. Ciò non toglie che, per ottenere delle belle foto nitide e con colori veritieri, nel beauty sia fondamentale utilizzare una ripresa fotografica di livello alto con buona attrezzatura. Ahimè, spesso con lo smartphone si ottengono risultati mediocri! Cerco comunque di costruire quotidianamente un rapporto con i miei followers, che vada oltre i filtri e le sponsorizzazioni., siamo persone reali e come tali dovremmo rapportarci!

Archeologa, nata e cresciuta in Abruzzo, vive a Roma dal 2009. Dopo la laurea magistrale conseguita presso l’Universita “La Sapienza” di Roma ha proseguito gli studi frequentando la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dello stesso ateneo. Appassionata di storia e viaggi, avrebbe voluto essere Lara Croft, è diventata un “Ummarell”.

Entertainment

#TWOF1: Speciale Buckley: Tim, Jeff e la grazia delle stelle

Redazione

Published

on

Durante la settimana dedicata al primo anno di attività di The Walk of Fame non poteva mancare un approfondimento su una delle voci più belle della storia della musica: Jeff Buckley

Rivedi lo speciale scritto e ideato da Alessandro Martorelli ( Teatranti Tra Tanti) in collaborazione con il musicista Pierpaolo Battista.

Continue Reading

Entertainment

Festival e grandi concerti: se ne riparla forse nel 2023. La previsione di Claudio Trotta

Antonella Valente

Published

on

“Gli spettacoli di massa negli stadi, negli autodromi, nei parcheggi, nei parchi, francamente (..) non credo proprio che li vedremo nel 2021, non immagino nemmeno che sia così certo che li vedremo nel 2022, forse nel 2023 o 2024, ma non nel 2021”.

“Questo non è stato dichiarato ufficialmente, ne comprendo le motivazioni ma sarebbe opportuno che se ne parlasse più profondamente e rendersi conto che non abbiamo una prospettiva a lungo termine”.

Con queste parole Claudio Trotta, fondatore della Barley Arts e promoter musicale tra i più autorevoli al mondo, ha focalizzato l’attenzione sul rischio, ormai sempre più concreto, di rivedere grandi concerti e festival solo tra due anni, nella migliore delle ipotesi.

L’intervista integrale

Continue Reading

Entertainment

Primo anniversario di The Walk of Fame, arriva il party online

Una sette giorni di full immersion nel mondo musicale, cinematografico e teatrale

Redazione

Published

on

Sarà una vera e propria festa, quella che il magazine The Walk Of Fame porterà avanti dal 28 novembre al 5 dicembre.

Tutto rigorosamente online, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza previste per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Nonostante la complessità del periodo dettata anche dall’assenza di concerti, di spettacoli teatrali, di eventi culturali e letterari, la redazione del magazine ha scelto comunque di dare un segnale di continuità e normalità, festeggiando il suo primo anno di lavoro in compagnia di numerosi ospiti e amici del giornale. Un party online, un’occasione di svago e intrattenimento anche per il pubblico a casa.

Claudio “Greg” Gregori, Max Paiella, Luca Ward, Federico Gugliemi, Luca Bergia (Marlene Kuntz), Massimo Cotto, Roberta Calandra, Antonio Sorgentone, Pino Quartullo, Marco Bonini, Ascanio Celestini, sono solo parte degli ospiti che prenderanno parte a questa settimana di festeggiamenti.

“Vogliamo festeggiare assieme a coloro che nel corso dei mesi si sono concessi ai nostri microfoni, dando fiducia a una realtà emergente come la nostra che ogni giorno cerca di migliorarsi lavorando sodo ma con grande passione e determinazione”, spiega Federico Falcone, fondatore e direttore responsabile di The Walk Of Fame. “Per noi è stato, ed è, motivo di orgoglio avere la fiducia dei nostri ospiti che, prima di tutto, consideriamo amici del giornale. Ognuno di loro è stato parte fondamentale nel nostro percorso di crescita. Nella settimana che andrà da sabato 28 novembre a sabato 5 dicembre, chiunque entrerà nel nostro giornale troverà interviste esclusive, approfondimenti, speciali, e contenuti inediti. Lo abbiamo immaginato come un party online, vogliamo dare un segnale di positività e normalità in un periodo oggettivamente complesso”.

Un palinsesto ricco per una settimana di festeggiamenti e appuntamenti imperdibili.

Vi aspettiamo a partire da sabato 28 novembre sul sito web di The Walk of Fame Magazine (www.thewalkofafame.it) e sulle nostre pagine social di Facebook e Instagram. 

The Walk Of Fame
Testata giornalistica andata online per la prima volta il 1° dicembre del 2019 e tutta dedicata alla parte migliore dell’umanità, quella creativa! Con approfondimenti, interviste esclusive, pillole di storia e notizie varie, parla di teatro, musica, cinema, letteratura, spettacolo, attualità. La sua è una redazione composta da giornalisti ma non solo, ne fanno parte infatti filosofi, cineasti e archeologi, capaci di dare ai contributi pubblicati sfumature diverse, colori, competenze e conoscenze provenienti anche da altri mondi e settori. Un magazine che si caratterizza per la contemporanea presenza di svariati linguaggi culturali che rendono la linea editoriale appassionante e coinvolgente per una vasta platea di lettori. Un anno di crescita personale e professionale che ha permesso al giornale di autoprodurre anche un libro dal titolo Black Out – Dietro le quinte del lockdown, presentato in diverse occasioni durante la stagione estiva.

Web: www.thewalkoffame.it
Facebook:  www.facebook.com/thewalkoffamemagazine
Instagram: www.instagram.com/thewalkoffame.magazine/

Per info e contatti:
redazione@thewalkoffame.it

Continue Reading

In evidenza