Kate Winslet rivela: “Lavorare con Allen e Polanski… chi me l’ha fatto fare?”

Kate Winslet definisce vergognoso aver lavorato sia con Woody Allen che con Roman Polanski. In un’intervista a Vanity Fair in occasione del debutto di ‘Ammonite’ al Toronto International Film Festival, l’attrice si interroga su scelte del passato e si chiede come mai, con il senno di poi, sia l’industria cinematografiche che lei stessa hanno sostenuto uomini del genere.

“Che c… ci facevo io a lavorare con Woody Allen e Roman Polanski? – dice -. Incredible che quegli uomini erano tenuti in così alta considerazione nell’industria cinematografica per tutto il tempo che sono stati lì”.

MyZona

La Winslet è stata protagonista di ‘Wonder Wheel’ di Allen e ‘Carnage’ di Polanski, rispettivamente accusati di abuso sessuale nei confronti della figlia adottiva e condannato per l’accusa di aver avuto rapporti sessuali con una minore.

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli