Il Lucca Comics cambia pelle: niente stand, si sta insieme attraverso i Campfire

Nonostante le tante, ovvie, difficoltà legate alle misure per il contenimento del coronavirus, il Lucca Comics si farà. Sarà un’edizione ovviamente diversa, che risentirà inevitabilmente dell’impossibilità di fare assembramenti. A spiegare le novità, derivanti dalle necessità, è la stessa organizzazione mediante il seguente comunicato stama:

“ll 10 luglio abbiamo annunciato che il festival si farà ma sarà diverso. L’evento annuale dedicato al fumetto, al gioco e alle nuove forme di storytelling non si terrà nelle forme consuete e, come anticipato durante la commissione consiliare del 20 luglio presieduta dal vice sindaco della città di Lucca, Giovanni Lemucchi, confermiamo che l’edizione 2020 non prevederà i padiglioni con gli stand“.

MyZona

“In città saranno organizzati solo eventi dal vivo a numero chiuso (spettacoli, presentazioni, performance) negli auditorium e nei palazzi storici. Sarà una manifestazione diversa che porterà lo spirito di Lucca in tutta Italia attraverso i Campfire: una fitta rete di fumetterie, librerie e negozi di giochi. Un festival amplificato a cui si potrà partecipare anche grazie alla programmazione digitale e a un nuovo straordinario luogo radiotelevisivo. Lucca Comics & Games cambia pelle, e vi aspetta a fine ottobre da casa e dal vivo, a Lucca e nei Campfire”.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli