E’ Micheal Jordan mania, “The Last Dance” è la serie tv più vista nella storia di Netflix

Adesso è ufficiale, “The Last Dance” è la serie tv più vista nella storia di Netflix. Superata di netto “La Casa di Carta“, detentrice fino a questo momento dell’ambito record. Con un piccola, grande, differenza: se la serie tv spagnola ha potuto contare quattro stagioni e tre anni abbondanti di promozione e visualizzazioni per raggiungere il traguardo, al prodotto targato Espn sono bastate poche settimane. Fatti i dovuti paragoni, siamo di fronte a qualcosa di incredibile.

Il docufilm incentrato sulla vita, sulla carriera e sui miracoli sportivi di Michael Jordan, il giocatore di basket più forte di tutti i tempi, ha fin’ora mostrato otto dei dieci episodi realizzati (gli ultimi verranno svelati questo lunedì), quindi ha ancora ampio margine – oltre al fattore tempo – per incrementare i propri record e l’interesse attorno a esso. Un sorriso viene naturale nel pensare che avrebbe dovuto uscire a giugno, in concomitanza con la Finals Nba.

MyZona

La pandemia da Coronavirus e il conseguente lockdown hanno costretto ad anticipare i tempi e, anche qui, si vede tutta la lungimiranza del settore marketing a stelle e strisce. Operazione perfettamente riuscita, resa straordinaria dal fatto che “The Last Dance” è ancora in itinere e quindi in grado di alimentare il proprio hype.

Abbiamo visto la Leggenda crescere, maturare, farsi carico di responsabilità sovrumane. Combattare ad armi impari i Lakers di Magic Johnson, i Celtics di Larry Bird e i Pistons di Isaiah Thomas. Uno a uno, però, sono caduti sotto le sue schiacciate, i suoi tiri in sospensione, i suoi terzi tempi e la sua difesa che, quando voleva, sapeva essere asfissiante. Abbiamo visto i volti giovanissimi di Scottie Pippen, Dennis Rodman, Phil Jackson, John Paxson, Steve Kerr, Charles Oakley, Horace Grant e molti altri. Abbiamo rivissuto l’intimità di quegli spogliatoi dove, giorno dopo giorno, si è formata la legacy dei Chicago Bulls, una tra le squadre più forti di tutti i tempi.

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli