E’ la notte dei David di Donatello, ricca di stelle ma senza pubblico: ecco tutti i candidati

Al via tra poche ore la 65° edizione dei David di Donatello, dopo il rinvio a causa dell’emergenza Coronavirus. Come lo scorso anno, presenterà la serata degli “oscar” italiani Carlo Conti in diretta su Rai 1, ma senza la presenza del pubblico e senza red carpet. Sarà infatti una edizione che sfrutterà una location speciale dalla quale il presentatore si collegherà con i candidati in gara, ognuno nelle proprie abitazioni.

Ecco tutte le nomination

MyZona

Miglior film: 

Il Primo Re
Il Traditore
La Paranza dei Bambini
Martin Eden
Pinocchio

Miglior regia:

Matteo Rovere (Il primo Re)
Marco Bellocchio (Il Traditore)
Claudio Giovannesi (La paranza dei bambini)
Pietro Marcello (Martin Eden)
Matteo Garrone (Pinocchio)

Miglior regista esordiente:

Igort (5 è il numero perfetto)
Phain Bhuiyan (Bangla)
Leonardo D’Agostini (Il campione)
Marco D’Amore (L’Immortale)
Carlo Sironi (Sole)

Miglior sceneggiatura originale:

Bangla
Il Primo Re
Il Traditore
La Dea Fortuna
Ricordi?

Miglior sceneggiatura non originale:

Il sindaco del rione Sanità
La famosa invasione degli orsi in Sicilia
La paranza dei bambini
Martin Eden
Pinocchio

Miglior attore protagonista:

Toni Servillo (5 è il numero perfetto)
Alessandro Borghi (Il primo Re)
Francesco Di Leva (Il sindaco del Rione sanità)
Pierfrancesco Favino (Il traditore)
Luca Marinelli (Martin Eden)

Miglior attore non protagonista:

Carlo Buccirosso (5 è il numero perfetto)
Stefano Accorsi (Il campione)
Fabrizio Ferracanae (Il traditore)
Luigi Lo Cascio (Il traditore)
Roberto Benigni (Pinocchio)

Miglior attrice protagonista:

Valeria Bruni Tedeschi (I villeggianti)
Jasmine Trinca (La dea fortuna)
Isabella Ragonese (Mio fratello rincorre i dinosauri)
Linda Caridi (Ricordi?)
Lunetta Savino (Rosa)
Valeria Golino (Tutto il mio folle amore)

Miglior attrice non protagonista:

Valeria Golino (5 è il numero perfetto)
Anna Ferzetti (Domani è un altro giorno)
Tania Garriba (Il primo re)
Maria Amato (Il traditore)
Alina Baldari Calabria (Pinocchio)

Miglior film straniero: 

C’era una volta a Hollywood
Green Book
Joker
L’ufficiale e la spia
Parasite

Miglior cortometraggio:

Inverno (Giulio Mastromauro)

Miglior produttore:

Bangla
Il primo Re
Il traditore
Martin Eden
Pinocchio

Migliore autore della fotografia:

Daniele Ciprì (Il primo re)
Vladan Radovic (Il traditore)
Francesco Di Giacomo (Martin Eden)
Nicolaj Bruel (Pinocchiero)
Daria D’Antonio (Ricordi?)

Migliore musicista:

L’orchestra di Piazza Vittoria (Il flauto magico di Piazza Vittorio)
Andrea Farri (Il primo re)
Nicola Piovani (Il traditore)
Dario Marinelli (Pinocchio)
Thom Yorke (Suspiria)

Migliore canzone originale:

Festa (Bangla, musiche di Aiello)
Rione Sanità (Il sindaco del Rione Sanità)
Un errore di distrazione (L’ospite)
Che vita meravigliosa (La dea fortuna, musiche di Antonio Diodato)
Suspirium (Suspiria)

Migliore scenografia:

Nello Giorgetti (5 è il numero perfetto)
Tonino Zera (Il primo re)
Andrea Castorina (Il traditore)
Dimitri Capuani (Pinocchio)
Inbal Weinberg (Suspiria)

Migliore costumista:

Nicoletta Taranta (5 è il numero perfetto)
Valentina Taviani (Il primo re)
Daria Calvelli (Il traditore)
Andrea Cavalletto (Martin Eden)
Massimo Cantini Parrini (Pinocchio)

Migliore truccatore:

Andreina Becagli (5 è il numero perfetto)
Roberto Pastore, Andrea Leanza, Valentina Visintin e Lorenzo Tamburini (Il primo re)
Dalia Colli e Lorenzo Tamburini (Il traditore)
Dalia Colli e Mark Coulier (Pinocchio)
Fernanda Perez (Suspiria)

Miglior acconciatore:

Marzia Colomba (Il primo re)
Alberta Giuliani (Il traditore)
Daniela Tartari (Martin Eden)
Francesco Pegoretti (Pinocchio)
Manolo Garcia (Suspiria)

Migliore montatore: 

Gianni Vezzosi (Il primo re)
Jacopo Quadri (Il sindaco del rione Sanità)
Francesca Calvelli (Il traditore)
Aline Hervé e Fabrizio Federico (Martin Eden)
Marco Spoletini (Pinocchio)

Miglior suono:

5 è il numero perfetto
Il primo re
Il traditore
Martin Eden
Pinocchio

Migliori effetti visivi VFX:

Giuseppe Squillaci (5 è il numero perfetto)
Francesco Grisi a Gaia Bussolati (Il primo re)
Rodolfo Migliari (Il traditore)
Theo Demeris e Rodolfo Migliari (Pinocchio)
Luca Saviotti (Suspiria)

Miglior documentario:

Citizen Rosi
Fellini fine mai
La mafia non è più quella di una volta
Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari
Selfie

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli