De Gregori, Capossela, Concato, Cristicchi e Mannoia: parterre di rilievo al festival di Tagliacozzo

Mannoia, De Gregori, Capossela, Allevi, ma anche Concato, De Sio e Frisina a leggere la Divina Commedia. C’è grande attesa per la 37esima edizione del Festival internazionale di Mezza estate di Tagliacozzo (L’Aquila) che anche quest’anno vede la direzione artistica del maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli. Il Festival si candida ad essere uno degli appuntamenti di musica sinfonica, lirica, di danza (classica e contemporanea) e teatro più interessanti d’Italia.  Tagliacozzo offrirà una stagione straordinaria con oltre 64 appuntamenti in 34 giorni con ospiti di grande valore artistico.

La 37° stagione ha l’onore di ospitare per la terza volta come orchestra residente la prestigiosa Orchestra Sinfonica Abruzzese che, in coproduzione con Tagliacozzo Festival, presenterà in cartellone numerosissimi concerti, spaziando, come di consueto, tra musica classica, jazz e pop.

MyZona

“Sono molto grato al maestro Pellegrino”, ha spiegato Jacopo Sipari, “come sempre molto sensibile ai progetti culturali di livello per la nostra regione. L’Orchestra Sinfonica Abruzzese, la perla più splendente della nostra Regione, sarà anche quest’anno ampiamente presente al Festival per regalare, come lo scorso anno, grandissime emozioni a tutti i nostri affezionati”.

“A casa. Così i musicisti dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese si sentono quando salgono sul palco a Tagliacozzo”, dice Ettore Pellegrino, direttore artistico della Sinfonica. “Una sensazione di benessere ci accoglie e accompagna quando siamo ospiti del Festival Internazionale di mezza estate. In questo Festival ci sentiamo a casa perché condividiamo completamente la ricerca della bellezza che esso persegue attraverso l’alto valore delle sue proposte artistiche e culturali e crediamo che attraverso la musica e l’arte si curino i dolori e le ferite che tutti abbiamo nell’anima, soprattutto dopo i mesi che abbiamo alle spalle. A tutti voi dedichiamo la nostra musica, la nostra Sinfonia d’Abruzzo”.

Particolare attenzione ai giovani con i concerti dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Luisa d’Annunzio” di Pescara, la giovane orchestra da camera “Progetto Syntagma” e la Orchestra Scarlatti Young, tutte per la prima volta a Tagliacozzo. 

La presentazione musicale del Festival avrà luogo il giorno 22 Luglio, per la prima volta, presso il cortile di Palazzo Pica Alfieri in L’Aquila, dimora tra le più prestigiose del panorama storico e architettonico abruzzese per gentile concessione del maestro Fabrizio Pica Alfieri che, unitamente agli artisti dell’Accademia di Alto Perfezionamento Vocale Daltrocanto della signora Donata D’Annunzio Lombardi, regaleranno un grande concerto di Gala dedicato alla migliore musica operistica italiana.

Tagliacozzo Città Dantesca: il Festival, in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta che ha reso immortale Tagliacozzo citandola nel XXVII canto dell’Inferno, inaugura la propria 37° edizione con un lungo week end di eventi a lui dedicati: straordinaria l’inaugurazione con il Musical sulla Divina Commedia scritto e diretto dal maestro Marco Frisina (29 Luglio), con l’Orchestra Scarlatti Young e l’intero cast originale di cantanti e ballerini, che si terrà nella suggestiva Piazza dell’Obelisco trasformata nell’inferno dantesco. Il programma prevede poi il concerto inaugurale della Sinfonica Abruzzese dal titolo “Dante at the Opera” (30 luglio), la “Bestiale Commedia” di Vinicio Capossela (31 luglio) e un omaggio a Dante di Michele Mirabella con il suo “Ma misi me per l’alto mare aperto” (1 Agosto).

Ampio spazio alle stelle della musica leggera italiana con Vinicio Capossela (31 Luglio), il Trio Mario Biondi, Fabrizio Bosso e Pino Jodice con la Brass Band del Conservatorio di Pescara (8 Agosto) per “Omaggio ad Al Jarreau”, Noemi con “Metamorfosi Tour” (11 Agosto), Fabio Concato & Paolo di Sabatino Trio (12 Agosto), Tosca con “Morabeza”(14 Agosto), Fiorella Mannoia con “Padroni di Niente Tour”(21 Agosto), Francesco de Gregori e Band Live con “Greatest Hits” (23 Agosto)

Grande attesa per il concerto “Napoleone, omaggio ai 200 anni dalla morte” (9 Agosto) con il triplo di Beethoven affidato alle stelle della classica Michele Campanella, Erica Piccotti e Gabriele Pierannunzi con Isa diretta da Dian Tchobanov. L’evento è stato scelto per la prestigiosa rassegna “Estate all’Italiana Festival” in collaborazione con ItaliaFestival e Ministero degli Esteri. 

Un 15 Agosto celebrato con il grande concerto di Donata d’Annunzio Lombardi, Premio Puccini 2019, con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Pescara diretta da Jacopo Sipari di Pescasseroli con un omaggio alle “Donne di Puccini”, con la straordinaria partecipazione del tenore di fama mondiale Misha Sheshaberidze.

Arricchiscono la rassegna Il “Piano Solo” di Giovanni Allevi (7 Agosto)  e le “Lettere dal Manicomio” di Simone Cristicchi (19 Agosto), lo show di Giorgio Panariello (22 Agosto) e gli spettacoli di Debora Caprioglio dedicato a Maria Callas (2 Agosto) e di Giuliana de Sio con Favolosa (10 Agosto).

Il Jazz incontra la classica con il maestro Ettore Pellegrino, direttore artistico della Sinfonica Abruzzese, che torna a Tagliacozzo con il suo doppio concerto dedicato a Bach in Jazz (6 Agosto) per un concerto straordinario orchestrato da Roberto Molinelli, che dirigerà poi il 13 Agosto il grande omaggio alle musiche dei Queen.

La rassegna 2021 arricchisce la fortunatissima rubrica intitolata “Tagliacozzo Notturna” di Alessandro Zerella dedicata a spettacoli musicali alle 23.30 in luoghi rappresentativi di Tagliacozzo: tra questi, di particolare suggestione lo spettacolo “Notturno d’Amore” (2 Agosto), il Concerto a lume di Candela del pianista italiano Davide Dellisanti (5 Agosto) e l’atteso “Concerto delle stelle” (9 Agosto) con Luca Bricchi ed Emanuele Gentile.

Sono 3 le opere liriche in programma, tutte con un nuovo allestimento: un omaggio a Dante con Gianni Schicchi di Puccini (24 luglio), con la regia di Giandomenico Vaccari, la bacchetta di Giuseppe Acquaviva, il pianoforte di Enrico Angelozzi e il cast dell’Accademia di Alto Perfezionamento Artistico Daltrocanto. i Pagliacci di Leoncavallo (4 agosto), con la straordinaria partecipazione del Circo Takimiri, per la regia di Chris Catena, con Sergio Bologna e Carolina Lopez, il pianoforte di Guido Cellini e la direzione di Giuseppe Aprea. La Traviata di Giuseppe Verdi (17 Agosto), per la regia di Giandomenico Vaccari e la direzione di Dian Tchobanov. Ormai tradizionali i Concerti nella Faggeta di Marsia (1 e 8 Agosto) di e con Silvano Fusco, quello “al tramonto” (5 Agosto) con il Mozart di Gaetano Russo e Ahmed El Saedi, il “Concerto all’alba” (16 Agosto) in programma alle 6 di mattina dinanzi al sagrato del Santuario della Madonna dell’Oriente con l’omaggio a Stravinskij per i 50 anni dalla morte.

Numerosi i concerti dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, con programmi di assoluto prestigio e i solisti e direttori internazionali Salvatore Quaranta, Cecilia Laca, Antonio Bossone, Abigeila Voshtina, Marc Moncusi, Sandor Gyudi, Dian Tchobanov, Sebastian Rouland, Martins Ozolins.

Nell’ottica delle collaborazioni internazionali, il Festival ospita quindi per la prima volta in Italia l’esecuzione della più importante opera polacca, Straszny Dwór – Il Maniero Spaventoso di Stanislaw Moniuszko con Coro e Orchestra Sinfonica della Fondazione Avangart (24 Agosto).“Siamo enormemente orgogliosi di annunciare un cartellone straordinario che rimarrà nel cuore di tutti”. Così, all’unisono, il sindaco  Giovagnorio e l’assessore Nanni. Un’organizzazione che vede il contributo attivo di Alessandro Zerella, Silvano Fusco, Luca Ciccimarra, Gianluca Rubeo, Ettore Pellegrino, Donata d’Annunzio Lombardi e al direttore del Conservatorio di Pescara, Alfonso Patriarca.

Da leggere anche

Fabio Iulianohttp://www.fabioiuliano.it
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli