Da Mozart a Ligeti, al Morlacchi di Perugia arriva Mediterranea

A venticinque anni dal suo debutto, viene ripresa dai danzatori solisti della Daniele Cipriani Entertainment, la coreografia di Bigonzetti che ha conquistato il mondo. Mediterranea non è un lavoro narrativo, ma evocativo: una vera circumnavigazione del Mediterraneo, che fa viaggiare lo spettatore nello spazio e nel tempo attraverso una colonna sonora in cui musiche popolari di rara suggestione si miscelano a trascrizioni colte, da Mozart a Ligeti.

Costruito con momenti d’insieme alternati a passi a due, il balletto si dipana mettendo in risalto forza giovanile e bellezza, energia e velocità. Nei duetti che punteggiano la coreografia si colgono le sfumature di una condizione umana legata al viaggio. Ma è la danza d’insieme, i ritmi cadenzati e percossi con tutto il corpo, gli zigzag delle dinamiche, le saette delle braccia e delle gambe che rompono lo spazio a creare la tensione energetica di tutto il lavoro, tra raffinatezze accademiche e quel tocco pop spettacolare che il coreografo ha sempre mostrato di amare.

MyZona

Tutta la danza è costruita nella coesistenza di emozioni opposte: movimenti energetici e scanditi si alternano a passaggi estremamente lirici. Il grande affresco Mediterraneo si chiude in un grande abbraccio finale tra i danzatori come simbolo di unione tra le diverse culture che animano questo Mare Nostrum.

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli