Tornano su Netflix i misteri di “Che fine ha fatto Sara?”

Che fine ha fatto Sara?” è una serie televisiva spagnola ideata da Josè Ignacio Valenzuelal e Perro Azul, prodotta e distribuita da Netflix. La trama ruota intorno alle vicende di Alex (Manolo Cardona) che, una volta uscito di prigione dopo aver scontato 18 anni per un crimine che non ha commesso, ha un unico obiettivo: scoprire chi ha ucciso sua sorella Sara (Ximena Lamadrid), e vendicarsi di Rodolfo (Alejandro Nones) e della sua famiglia, i Lazcano, che lo hanno accusato dell’omicidio per cui è stato incarcerato. Tutto si complica quando Alex inizia a frequentare la figlia minore di Rodolfo, Elisa (Carolina Miranda), che lo porterà a scoprire chi ha davvero cospirato alle sue spalle per causargli tutte quelle sofferenze.

Leggi anche: La dimensione ultraterrena de La Cura: la sfida di Battiato al suo universo onirico

MyZona

Alcuni flashback narrano il fatidico giorno del 2001 in cui Sara morì a seguito di un incidente mentre stava facendo paracadutismo. Il paracadute, che avrebbe dovuto assicurarsi che la ragazza uscisse incolume da quell’esperienza estrema, era stato manomesso, provocando la caduta nella quale perse la vita. La chiave dell’omicidio sembra celarsi nel diario di Sara, ma un segreto nascosto in un muro svela un’altra storia.

Il trailer della seconda stagione riparte da ciò che la prima aveva solo accennato. Sara potrebbe non essere stata la dolce ragazza che tutti ricordano, “Ho scoperto cose sul passato di Sara”, dice Alex a Elisa, che gli risponde minacciosamente: “Se cerchi vendetta, scava due tombe”.

Leggi anche: I Subsonica tornano in live in estate. Annunciate le prime date

La sinossi ufficiale di “Che fine ha fatto Sara?” rilasciata da Netflix per il debutto dei nuovi episodi

“Alex Guzman deve affrontare il suo peggior incubo: la vera personalità di sua sorella Sara, che chiaramente non ha mai conosciuto. Allo stesso tempo, un cadavere misterioso sepolto nel suo patio diventa una bomba a orologeria: può farlo tornare in prigione in qualsiasi momento. Non ha altra scelta che diventare un investigatore e mettere insieme tutti i pezzi per ricostruire la vera terribile storia di Sara e il suo rapporto con la famiglia Lazcano”

Nella clip si fa riferimento anche a nuovi personaggi che entreranno a far parte di questo mondo pieno di intrighi e misteri, come Nicandro, presente quando Sara è morta e di cui ancora non conosciamo le vere intenzioni. Dopo il rilascio della prima stagione, la serie ha subito conquistato il primo posto nella classifica dei contenuti più visti sulla piattaforma, in Europa e negli Stati Uniti, registrando 55 milioni di visualizzazioni dopo solo 28 giorni dal suo debutto e meritandosi immediatamente il rinnovo da parte della piattaforma.

Leggi anche: Malcolm X, i 96 anni del “Detroit Red”

Entrambe le stagioni di Che fine ha fatto Sara? sono state girate consecutivamente a Città del Messico, rispettando le rigide regole in vigore a causa dell’emergenze Covid-19. La prima stagione di 10 episodi, diretta da Bernardo De La Rosa e David Ruiz, è stata caricata sulla piattaforma il 24 marzo. La seconda è stata resa disponibile a partire da ieri, 19 maggio.

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli