tag:

recensione

Presentata l’undicesima edizione del Riverock Festival: ad Assisi dal 1 al 31 luglio

Torna in scena ad Assisi dal primo al 31 luglio, dopo due anni di stop forzato, nell’ambito delle iniziative estive della città serafica, il Riverock Festival. In...

A word from our sponsor

spot_img

Lacci, l’educazione sentimentale e i giovani-vecchi

La recensione del nuovo film di Daniele Luchetti, con Luigi Lo Cascio e Alba Rohrwacher

“Non odiare”, i limiti di un’opera prima senza idee

Un'idea potenzialmente buona viene appiattita da una regia scialba, per non dire inesistente, e un intreccio lineare, asciutto.

Ratched: esercizi di stile per la serie Netflix del momento

"Ratched" è una serie ben più che gradevole, con ottime interpretazioni, scenografie mozzafiato e tanti rimandi al cinema del secolo scorso, ma anche un esercizio di stile dal sapore hitchcockiano, che saprà tenervi incollati allo schermo

“Black out – dietro le quinte del lockdown”: la recensione del Corriere Peligno

Il prodotto saggistico “Black out- dietro le quinte del lockdown-“ ripercorre le strade vuote risalenti al periodo della quarantena e sottolinea quanto il mondo, pur deserto, sia stato in grado di popolare la vita altrui senza alcun contatto fisico, anche solo attraverso una connessione ad Internet, ad una chiamata o ad un balcone vissuto da musica e parole

Tenet – la recensione del film di Cristopher Nolan

La difficoltà nel parlare di un film come 'Tenet' di Christopher...

Gretel e Hansel, folk horror senza fronzoli

Quando mi sono trovato di fronte a 'Gretel e Hansel' di...

D.N.A. – Decisamente Non Adatti, la recensione del film diretto da Lillo e Greg

Lillo e Greg tornano al cinema ed esordiscono alla regia. Dopo...

“L’amore a domicilio” e le nuove commedie italiane in streaming

Il cinema italiano imbocca la via forzata della distribuzione in streaming....

Hunger Games, ballata dell’usignolo e del serpente: recensione

Dieci anni fa si chiudeva l’ultimo capitolo sul mondo di Hunger...

“Pura come una bestemmia”, anzi, come l’universalità di Rossella Seno

Il nuovo lavoro della cantattrice veneziana arriva all’indomani della lezione globale che la Natura sembra aver inflitto all’uomo. Nella copertina, il cui significato viene svelato brano dopo brano, l’artista si fa simbolo non soltanto della donna maltrattata, ma della Natura stessa che sprofonda nella discarica di immondizia del mondo