“Sex Education”, in arrivo su Netflix la terza stagione

Arriva su Netflix, a completare il trio delle prime visioni di questo mese, la nuova stagione di “Sex Education“. La scorsa settimana la piattaforma ha rilasciato il trailer ufficiale, facendo scattarei così il conto alla rovescia per tutti i fans che hanno dovuto aspettare, a causa dell’emergenza per Covid-19, questo nuovo ciclo di episodi più tempo del previsto.

Questa la sinossi ufficiale rilasciata da Netflix:

MyZona

“È un nuovo anno, Otis sta facendo sesso occasionale, Eric e Adam sono una coppia ufficiale e Jean sta per avere un figlio. Nel frattempo, il nuovo preside Hope(interpretato da Jemima Kirke), cerca di fare in modo che Moordale ritorni ad essere una scuola d’eccellenza, Aimee scopre il femminismo, Jackson ha una cotta e un messaggio non consegnato aleggia ancora nell’aria”.

Dal trailer scopriamo che la storia non viene ripresa esattamente da dove era stata lasciata in sospeso. Bensì dalla fine dell’estate, alle porte dell’inizio del nuovo anno scolastico alla MoorDale. La nuova preside Hope sembra intenzionata ad applicare una rigida disciplina ai ragazzi dell’istituto. I protagonisti affronteranno questo nuovo anno cresciuti e più maturi, ma questo non significa che siano riusciti a risolvere i vari problemi che li caratterizzavano nelle stagioni precedenti.

Rimangono infatti ancora molte le questioni senza risposta, soprattutto quelle riguardanti la sfera sentimentale. Per esempio il messaggio che Otis (Asa Butterflield) ha lasciato in segreteria a Maeve (Emma Mackey), dove dichiarava apertamente i suoi sentimenti per la ragazza, è stato cancellato da Isaac (George Robinson) prima che lei potesse ascoltarlo. Questo ha fatto allontanare i due amici non poco. Otis durante l’estate ha avuto altre ragazze e ha definitivamente superato il traguardo del sesso, andando oltre anche la sua delusione per Maeve.

Leggi anche “Torniamo al cinema, coltiviamo la bellezza. Tutte le nuove uscite nelle sale”

In un’intervista rilasciata al The Guardian, Asa Butterfield descrive il salto temporale del suo personaggio con queste parole: “Otis è tornato a scuola ma ha diverse cose di cui occuparsi. È cresciuto e diventato più sfrontato. È stato divertente interpretare il suo nuovo carisma. Ma non preoccupatevi rimarrà sempre tragicamente imbarazzante”.

Tutto un altro filone quello di Eric (Ncuti Gatwa) e Adam (Connor Swindells), che finalmente hanno ufficializzato la loro relazione e sembrano essere molto felici.

Uno degli sviluppi più interessanti, però, sembra essere quello della storia di Aimee (Aimee Lou Wood), che troviamo alle prese con la scoperta del femminismo, movimento che la sta aiutando ad andare avanti dopo la terribile esperienza di abuso che ha subito.

Queste le parole dell’interprete Aimee Lou Wood: “Amo come sia stato affrontato il tema perché non è stato “oh è traumatizzata” e l’attimo dopo non lo è più.”

Nella nuova stagione troviamo confermato l’intero cast, composto da Asa Butterfield, Gillian Anderson, Emma Mackey, Ncuti Gatwa, Connor Swindells, Aimee-Lou Wood, Kedar Williams-Stirling, Chaneil Kular, Simone Ashley, Mimi Keene, Tanya Reynolds, Mikael Persbrandt, Patricia Allison, Sami Outalbali, Anne-Marie Duff, George Robinson, Chinenye Ezeudu, Alistair Petrie, Samantha Spiro, Rakhee Thakrar, e Jim Howick, più alcune nuove new entry.

Tra i nuovi membri del cast ci sono Jason Isaacs (Star Trek: Discovery, Harry Potter) nel ruolo di Peter Groff, il fratello maggiore, di maggior successo e decisamente poco modesto del padre di Adam, l’artista Dua Saleh, al debutto attoriale nel ruolo di Cal, una nuova studente non binaria della Moordale e Indra Ové nel ruolo di Anna, la madre adottiva di Elsie, la sorellina di Maeve.

Gli otto episodi che compongono la terza stagione saranno tutti disponibili sulla piattaforma streaming Netflix a partire dal 17 settembre.

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli