Nuovi problemi per Vedder alle corde vocali: Pearl Jam forfait a Vienna, Praga e Amsterdam

Come nel 2018, ritorna l’incubo delle corde vocali di Eddie Vedder. I Pearl Jam sono costretti ad annullare lo show di Vienna a causa del forfait del frontman, una delle voci più pagate al mondo.

“In tanti si aspettavano un grande spettacolo dei Pearl Jam stasera a Vienna”, si legge nel comunicato, “anche noi eravamo con loro. Tuttavia, a causa delle circostanze difficili dell’ultimo set a Parigi (caldo, polvere e fumo degli incendi) la gola del nostro cantante Ed Vedder ha avuto problemi.

Il cantante è stato visitato e curato, ma per il momento le sue corde vocali non sono in condizioni da concerto.
Questa è una notizia orrenda anche per il tempismo.. per tutte le persone coinvolte, a partire da quelli che lavorano per allestire la scena.

Come band, siamo profondamente dispiaciuti e abbiamo cercato di trovare opzioni per suonare ancora. Ed stesso vuole suonare, ma la sua gola non è disponibile al momento …
I biglietti verranno rimborsati”.

L’indomani è arrivata la notizia della concellazione anche della tappa di Praga.

Il tour prevedeva tappe anche ad Amsterdam. Solo la seconda ha avuto luogo allo Ziggo Dome.

  • Sad

Articolo precedenteLucca Comics and Games: la Speranza protagonista della nuova edizione
Articolo successivo“Virgin River”, l’estate romantica di Netflix
Giornalista, docente di lingue straniere, tra le collaborazioni l’agenzia Ansa e il Centro (testata ex gruppo L’Espresso-Finegil Editoriale). In passato ha lavorato a Parigi e Milano con Eurosport e Canal +. Come blogger, oltre ad aver seguito vari eventi sportivi internazionali, dalle Universiadi (in Europa e in Asia) alla Race Across America – la folle corsa ciclistica da un capo all’altro degli Stati Uniti – ha condotto alcune inchieste sull’immigrazione con reportage in Italia, Romania e Marocco. Nel 2007 ha vinto il premio giornalistico Polidoro. Nel 2016 ha firmato “New York, Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico García Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz” (Aurora edizioni), l’anno successivo Lithium 48, sempre per la stessa casa editrice.