La preghiera profana di Battista nel nuovo singolo Mantra

Si intitola “Mantra” il nuovo singolo di Battista, disponibile da oggi 29 gennaio 2021 su tutti i digital stores e piattaforme streaming.

“Il brano è una riflessione sul dolore e il suo ruolo nella dimensione chiamata vita – spiega Battista – Spesso fuggiamo il dolore, lo releghiamo nel mondo delle cose che vanno evitate o nascoste ma forse non consideriamo che è un elemento inscindibile della nostra esistenza e a volte lo risputiamo sotto forme alle quali non vorremmo appartenere. Mantra è una “preghiera profana” con cui ci offriamo al Karma inteso non necessariamente in senso buddhista, ma come serie di eventi che costituiscono la nostra vita. Mantra è un invito ad abbracciare il dolore (amico sincero) e le sue conseguenze, un “atto di fede e speranza” nei confronti della vita.”

MyZona

Leggi anche: Il catalogo della Sun Records è stato acquistato dalla Primary Wave

TESTO DI “MANTRA”

Ho i neuroni tossici

Ho la mente di lividi

Puoi fuggire quanto vorrai

Il dolore non muore mai.

No, no, no.

La tua ombra non ti lascia se

La tua ombra sei te stessa.

Ho compresso i miei sogni

In un gesto di vuoto spleen

Puoi fuggire quanto vorrai

Il dolore non muore mai.

No, no, no.

La tua ombra non ti lascia se

La tua ombra sei te stessa.

Karma dillo tu,

Dimmelo tu come si fa.

Curami tu,

Dove si va?

È il mio mantra.

Il caos calmo della realtà

Forse un giorno mi cullerà

Il dolore non si cancella

Ma soffrire è una tua scelta.

Leggi anche: Quelle favolose colonne sonore: gli anni ‘60

PIERPAOLO BATTISTA – BIOGRAFIA

Pierpaolo Battista (BATTISTA) classe 1993, è un cantautore e chitarrista abruzzese. Comincia gli studi di chitarra dapprima con Cecilio Perrozzi e poi con Paolo D’Angelo. Sotto la guida di Letizia Guerra si laurea in chitarra classica presso il conservatorio L. D’Annunzio di Pescara con la votazione di 110/110 e lode.

A 17 anni entra a far parte del progetto Aypo (Avezzano Young Pop Orchestra) di Stefano Fonzi, noto compositore e arrangiatore abruzzese con il quale ha condiviso il palco e suonato per artisti come Gino Paoli, Fabio Concato, Ron, Audio 2 e Fabrizio Bosso. Ha sempre avuto la passione per la composizione e la scrittura.

Tutt’ora è impegnato in vari progetti inediti da solista con i quali ha aperto i concerti di Afterhours, Marlene Kuntz, Punkreas, Gianni Maroccolo (Litfiba), Management, Grant – Lee Philips. Insegna presso l’accademia musicale di Avezzano (AQ). È stato, anche, finalista alla scorsa edizione di Arezzo Wave per l’Abruzzo.

Dopo “La Mente Crollare”, “Macellaio”, “Ciao” e “Aprile”, quest’ultimo pubblicato sfidando le logiche del mercato discografico in balia dell’emergenza sanitaria lo scorso lockdown, Battista ha rilasciato a giugno il quinto singolo inedito “La domanda non ha fine”.

Leggi anche: Franceschini stoppa il pubblico all’Ariston: È un teatro come tutti gli altri

Da leggere anche

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli