L’Edera e il suo concetto di pop d’autore: “La musica è interazione”

L’Edera è il nome d’arte di Alberto Manco, giovane cantautore pugliese

Il progetto de L’Edera cresce lento ma costante ispirandosi a varie generazioni di cantautori. Per L’Edera era già arrivato il momento di andare via dal paese di origine, Santa Maria di Leuca, per giungere a Parma. Ma la passione per la musica, in realtà, è sempre stata una guida.

E così il 26 giungo esordisce con “Magica” per Romolo Dischi, il brano che annuncia un album per il 2021. Dal 25 settembre è possibile ascoltare “Zattera”, il nuovo singolo del cantautore pugliese che sembra raccontare il bisogno di andar via e la consapevolezza che ci si può fermare solo con un naufragio.

MyZona

Il brano, dalle sonorità pop-cantautorali (chiamatelo it-pop, ma fate prima ad ascoltare), narra di una necessità di aspirare ad un cambiamento nonostante l’intimo bisogno di restare.

Ne abbiamo parlato con l’artista

Mi racconti la tua definizione di pop d’autore?

Pop d’autore è un pop con elementi cantautorali. È un cantautorato che tiene conto della melodia, della cantabilità. Ma forse non dovrei essere io a spiegartelo (ride, ndr).

Il tuo nome d’arte è L’Edera. Perché?

Perché ho scelto un simbolo che potesse rappresentare il collegamento, l’interazione. Per me la musica è questo e l’edera rappresenta il concetto. Inoltre volevo discostarmi dall’apparire come cantautore singolo, perché in realtà ci sono delle persone con cui collaboro in questo progetto. Ho dato un nome a questo sistema di interazione.

Sei un giovane artista pugliese che si è trasferito a Parma. Ma è proprio necessario andarsene?

Purtroppo, pare di sì. Per me è stato fondamentale andare a Parma poiché è un aggancio tra Bologna e Milano. La scena musicale è concentrata in questi punti specifici, oltre che Roma. Altrimenti avrei continuato a fare musica comunque, ma per me è stato determinante che sia andata così.

Infatti “Zattera” parla di un viaggio, introspettivo, un viaggio che prova a essere ottimista. Cosa rappresenta la figura della zattera per te?

Sono di Santa Maria di Leuca, spesso le mie canzoni si svolgono in un contesto di mare. Si tratta di un movimento continuo, la “Zattera” annuncia un po’ un naufragio; ma per me è una metafora, una riflessione legata al mare che è una fonte di ispirazione anche se è silenzioso.

L’Edera, cosa ci dobbiamo aspettare da te?

Adesso si spera di portare le mie canzoni e quelle nuove live, per il 2021, per connettermi con le persone nella dimensione live. Grazie!

Da leggere anche

Michela Moramarco
Scrivo di musica e di letteratura. Studentessa di Lettere Moderne, copywriter all’occorrenza, sono appassionata di comunicazione e marketing digitale. Dopo un intenso corso di giornalismo ho iniziato a organizzare interviste e non mi sono più fermata. Scrivo per suscitare reazioni propositive nelle persone che arrivano a leggere fin qui.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli