Tarantino esce allo scoperto: con Uma Thurman abbiamo parlato di Kill Bill 3

Neanche il tempo di godere dell’effetto eco dettato dal successo di “Once Upon a Time in Hollywood” che Quentin Tarantino già guarda al futuro

E il futuro viene svelato con tre anni d’anticipo, ossia il tempo che il regista avrebbe individuato come necessario per scrivere, e realizzare, il terzo capitolo della saga di Kill Bill. Esattamente 16 anni dopo l’uscita nelle sale del secondo film, i fan di tutto il mondo potranno entusiasmarsi all’idea di un ulteriore pellicola. Che Beatrix Kiddo possa essere la protagonista non è in discussione.

Nel corso di un’intervista rilasciata all’ Andy Cohen Live, l’autore di “Pulp Fiction” ha definito il brand Kill Bill come “una delle saghe più apprezzate che abbia mai messo in piedi”, non nascondendo l’idea di dargli un seguito che, secondo quanto dichiarato, ci sarà. “Ho cenato con Uma Thurman l’altra sera, eravamo in un ristorante giapponese bellissimo. E io ho già un’idea di ciò che vorrei fare con Kill Bill Vol. 3. Il punto della questione era: cosa è successo alla Sposa dall’ultimo film? E cosa devo fare con lei?”.

MyZona

“Non volevo solo escogitare una storiella ridicola, perché il personaggio non se lo merita. Ma adesso ho un’idea che potrebbe essere davvero interessante. Trascorreranno almeno tre anni da adesso, ma sì, il progetto è definitivamente in ballo”, ha concluso. Le porte, dunque, sono definitivamente aperte alla realizzazione del decimo film del regista statunitense.

Da leggere anche

Federico Falcone
Fondatore e direttore responsabile del magazine The Walk Of Fame. Nato e cresciuto in Abruzzo, è diventato giornalista pubblicista dopo aver completato gli studi in Giurisprudenza. Appassionato di musica, cinema e teatro, avrebbe sempre voluto essere il Will Smith di Indipendence Day o, tutt'al più, Aragorn de "Il Signore degli Anelli". Vola basso.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli