Kevin Costner compie 67 anni: con Yellowstone è di nuovo sulla cresta dell’onda

Kevin Costner spegne 67 candeline. Grande protagonista del cinema degli anni ’80 e ’90, ancora oggi è tra gli attori più apprezzati di Hollywood. L’attore e regista californiano ha iniziato la sua carriera nel 1983 con la partecipazione in Testament, pellicola post apocalittica diretta da Lynne Littman.

Il vero successo arriva però con Fandango (1985) e Gli intoccabili (1987), che fanno conoscere la sua bravura a pubblico e critica.

MyZona

Nel 1990 si mette alla prova per la prima volta dietro la macchina da presa e dirige Balla coi lupi, da lui anche interpretato, per cui vince l’Oscar come Miglior Regista alla premiazione tenutasi nel 1991.

Da qui la strada è tutta in discesa: impersona Robin Hood (1991) nella pellicola di Kevin Reynolds, recita accanto a Whitney Houston in Guardia del corpo (1992), film diventato cult grazie ai due protagonisti e alla colonna sonora interpretata dalla Houston, fino ad arrivare a Waterworld (1995), da lui prodotto ed interpretato, che fu il film più costoso girato sino ad allora.

Leggi anche: Chateau Gaillard, il castello di Riccardo Cuor di Leone

Negli anni 2000 i suoi ruoli cambiano, mette da parte le pellicole impegnate per dedicarsi per lo più a commedie, come Litigi D’amore (2005) e Vizi di Famiglia (2005) senza però riuscire a raggiungere il successo dei decenni precedenti.

Nel 2007 intraprende anche una carriera musicale alla guida di un gruppo rock dove suona la chitarra folk e con cui pubblica l’album Turn It On (2010), che viene proposto in un tour mondiale, toccando diversi paesi europei, e che fa entrare l’album nella Top Ten dei dischi più venduti in Germania.

La rinascita cinematografica arriva con Yellowstone (2018), dove ha il ruolo di produttore ed interprete e che, ad oggi, è uno degli show di maggior successo del palinsesto statunitense.

La serie, arrivata alla quarta stagione, è un western ambientato nei paesaggi mozzafiato del Montana. Trasmessa dalla piattaforma  Paramount Network, segue le vicende della famiglia Dutton, proprietaria del più grande ranch del paese, confinante con il parco nazionale.

La conferma della qualità della serie è stata data direttamente dai suoi colleghi, che hanno nominato il cast di Yellowstone nella categoria Miglior cast in una serie drammatica ai Screen Actors Guild Award, che si terranno il prossimo 27 febbraio a Los Angeles.

Complice la scrittura del candidato al premio Oscar Taylor Sheridan, e del ritmo incessante creato proprio dal talentuoso cast, composto oltre che da Costner, da Luke Grimes (Brothers anda Sisters), Kelly Reilly (True Detective), Wes Bentley (American Horror Story)e Cole Hauser (Rogue), ogni episodio mostra allo spettatore un aspetto della vita americana poco conosciuto.

Il mondo dell’allevamento, segnato da sudore e fatica, viene incessantemente attaccato da “forestieri” che vedono quello stile di vita come inadatto al progresso moderno e che cercano in tutti i modi di appropriarsi dei terreni per avere il controllo di petrolio e legname.

Un compleanno da ricordare, quello dell’attore che, a 67 anni, vede la sua carriera con un futuro più che roseo e che, grazie alla sua interpretazione di John Dutton, ha potuto dimostrare che il talento non ha età.

Leggi anche: Parole & Suoni, Vinicio Capossela non fu più lo stesso dopo Cèline

Articolo precedenteSanremo, il Festival – dall’ Italia del boom al rock dei Måneskin nel libro di Nico Donvito
Articolo successivoCastore e Polluce, legati oltre la morte tra le stelle
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.