Il 2022 delle serie tv: le uscite più attese

Il 2022 si prospetta come un anno ricco per le serie tv, sia per quanto riguarda le nuove produzioni che per le nuove stagioni delle serie più amate. Il genere predominante sembra essere il fantasy, grazie a serie originali come House of Dragon, spin-off de Il Trono di Spade e Il Signore degli Anelli, che mira a portare Amazon Prime Video al livello successivo della qualità seriale.

Entrambe sono adattamenti di saghe editoriali diventate ormai parte del patrimonio culturale mondiale, nonché seguito di prodotti cinematografici altrettanto amati dai fan. Questo mette loro una “pressione” mediatica non indifferente, visto che anche il più piccolo particolare potrebbe decretare il loro successo o il loro fallimento.

MyZona

Leggi anche: Le migliori serie tv del 2021. Squid Game assente giustificato

House of the Dragon

Il vasto mondo creato da George R.R. Martin, con Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, ci ha già regalato uno delle novità più importanti degli ultimi anni, Il Trono di Spade. Ma, anche se il finale è andato in onda da qualche anno, molti degli spettatori ancora non sono riusciti a superare l’amaro epilogo e, quale miglior rimedio se non quello di regalar loro un nuovo capitolo della saga, raccontandogli la storia della fine del dominio dei Targaryen.

La HBO non ha quindi tardato la decisione di iniziare la produzione della storia, ambientata circa 200 anni prima gli eventi narrati nella serie madre. La trama si basa sul romanzo Fire & Blood, di cui sembra essere già in programma un secondo libro, che narrerà l’intera storyline, arrivando fino alla ribellione di Robert Baratheon e ricongiungendosi così alla serie originale.

Non sono molte le informazioni che sono trapelate fino ad ora, sappiamo che la prima stagione sarà di 10 episodi, mantenendo quindi il format vincente de Il Trono di Spade e che alla guida ritroveremo Miguel Sapochnik, premiato con l’Emmy per La Battaglia dei Bastardi nella sesta stagione della main serie e alla regia di altri episodi molto apprezzati, come La Lunga Notte.

Per quanto riguarda il cast, il primo nome ad essere annunciato è stato quello di Paddy Considine (Peaky Blinders) nel ruolo di Re Viserys Targaryen, uno dei personaggi principali della serie. Al suo fianco spiccano nomi come Matt Smith (Doctor Who) che sarà il principe Daemon Targaryen e Olivia Cooke (Bates Motel), che interpreterà Alicent Hightower, figlia del primo Cavaliere del Re Otto Hightower.

Non è ancora stato rilasciato un trailer ufficiale, solo alcune immagini del set allestito in Cornovaglia, ma la serie è attesa per il 2022, anche se non conosciamo una data precisa al momento, e sarà trasmessa su HBO, negli Stati Uniti e in contemporanea in Italia, su Sky e Now Tv.

Il Signore degli Anelli

Amazon Prime Video si è imbarcata in un viaggio degno della Compagnia dell’Anello, quando ha deciso di mettersi alla guida dell’imponente produzione di questa serie. E lo ha fatto giocando d’anticipo su tutti i suoi principali rivali quando, ad agosto, una volta terminate le riprese in Nuova Zelanda, ha svelato la prima foto e la data d’uscita dell’adattamento tv, senza però dare ancora un titolo ufficiale al tutto.

La data da segnare in rosso sul calendario è quella del 2 settembre 2022, giorno in cui inizieranno ad essere rilasciati, settimanalmente, i primi episodi su Prime Video.

I due creatori JD Payne e Patrick McKay hanno descritto la serie come un “dramma epico”, ambientato nella Seconda Era della Terra di Mezzo, quindi centinaia di anni prima degli eventi narrati ne Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit. La trama racconta di un periodo di pace per la Terra di Mezzo e segue le vicende dei protagonisti, alcuni già conosciuti dal pubblico, alcuni nuovi, mentre affrontano il riemergere del male nelle loro terre.

Il resto è tenuto morbosamente nascosto ma, per chi ha letto il Simarillion di Tolkien, è risaputo che la Seconda Era fu un periodo di grande dolore, causato dalla presa di potere di Sauron, prima della creazione dell’Anello.

Quando si parla di “Imponente produzione” ci si riferisce ai circa 464 milioni di dollari che sono stati investiti nella prima stagione della serie, che sta già procedendo con la seconda e si è inoltre programmata la realizzazione di 5 stagioni, dal valore di circa 1 miliardo di dollari in totale. Questo sta portando la serie ad entrare nella storia come la più costosa di sempre.

Merito anche del vasto cast, composto da un numero notevole di interpreti, tra cui citiamo Cynthia Addai-Robinson (Arrow), Robert Aramayo (Il Trono di spade), Owain Arthur (Casualty) e Maxim Baldru (Strike Back).

Soffermiamoci ora sulla piattaforma più prolifica in campo di produzioni originali e vediamo cos’ha in serbo per gli abbonati nel 2022 Netflix. La programmazione spazia attraverso molti generi, dal fantascientifico Stranger Things, passando per il supereroistico Umbrella Academy, fino ad arrivare al vittoriano Bridgerton, senza tralasciare il dramma con Peaky Blinders, tutto sembra decretare un altro anno di grandi successi per il re dello streaming. Vediamo nel dettaglio le due più acclamate dai fan:

Leggi anche: “Servant”, in uscita la terza stagione su Apple TV+

Stranger Things

L’attesa è stata lunga e l’hype è arrivato alle stelle, ma questa estate il pubblico potrà finalmente scoprire il destino di Mike (Finn Wolfhard), Undici (Millie Bobby Brown), Dustin (Gaten Matarazzo), Lucas (Caleb McLaughlin) e Will (Noah Schnapp).

Non è stata ancora annunciata una data ufficiale ma, durante il Strager Things Day (Il 6 novembre, data in cui Will scompare nella prima stagione), sono stati annunciati i titoli dei 9 episodi che comporranno la quarta stagione: “Hellfire club”, “La maledizione di Vecna”, “Il mostro e la supereroina”, “Caro Billy”, “Il progetto Nina”, “Il tuffo”, “Il massacro al laboratorio di Hawkins”, “Papà” e ”Il Piano”.

Dal trailer possiamo inoltre intuire alcuni particolari che possono servire per farsi un’idea della trama, primo fra tutti, quello di una nuova vita per Undici che, dopo la “presunta” morte di Hopper si è trasferita in California con Joyce, Will e Jonathan. Vediamo una casa alquanto sinistra, che sembra essere il nuovo fulcro del male nella città di Hawkins, oltre ad agenti governativi, campi di lavoro russi e il famigerato Laboratorio, dove tutto ebbe inizio.

Per quanto riguarda il cast, tutti i protagonisti delle prime tre stagioni sono stati confermati e le new entry saranno d’eccezione. Vedremo Jamie Campbell Bower nei panni di Peter Ballard, un uomo premuroso che lavora come inserviente in un ospedale psichiatrico, Eduardo Franco sarà Argyle, il nuovo miglior amico di Jonathan e Joseph Quinn interpreterà Eddie Munson, capo dell’ Hellfire Club, il club ufficiale di Dungeon & Dragons della Hawkins High, uno dei personaggi cardine di questa stagione.

Umbrella Academy

Giocare con i viaggi nel tempo èqualcosa di altamente rischioso”, Numero 5 aveva provato ad avvisare i suoi fratelli ma, alla fine, si è ritrovato comunque a dover seguirli nel passato per evitare la fine del mondo, di nuovo. Questa volta sembrava esserci riuscito davvero, ma qualcosa è andato storto e la linea temporale è stata compromessa irrimediabilmente.

Anche qui non si ha una data precisa di uscita, sembra che il periodo designato sia marzo 2022, ma nulla è ancora certo.

La serie è tratta dai fumetti di Gerard Way (Fondatore e voce dei My Chemical Romance) e Garbriel Ba, ed è composta da tre albi, Apocalypse Suite, Dallas e Hotel Oblivion, con un quarto, intitolato Sparrow Academy, in lavorazione. Il materiale da cui attingere non sembra quindi scarseggiare, anzi, dal titolo del nuovo volume in arrivo nella librerie, sembra che le graphic novel vogliano collegarsi direttamente con la serie.

Infatti, il secondo ciclo di episodi finiva proprio con i “supereroi disfunzionali” che, una volta tornati nel 2019, trovano un presente completamente diverso da quello che avevano lasciato, dove Hargreeves ha si creato una squadra di supereroi, ma i membri sono del tutto diversi da quella attuale, a differenza di Ben, ancora in vita in questo futuro alternativo e la Umbrella Academy si è  trasformata in Sparrow Academy.

Anche qui il cast è tornato al completo, rivedremo Elliot Page nei panni di Vanya, Tom Hopper in quelli di Luther, Emmy Raver-Lampman in quelli di Allison, Robert Sheenan in quelli di Klaus, David Castaneda ad interpretare Diego, Aidan Gallagher nel ruolo di Numero Cinque e Justin H. Min in quello di Ben/Numero Sei.

Sono stati altresì svelati gli interpreti della Sparrow Academy: Justin Cornwell sarà Marcus/Numero Uno, Britney Oldford sarà Fei/Numero Tre. Jake Epstein vestirà i panni di Alphonso/Numero Quattro, Genesis Rodriguez quelli di Sloane/Numero Cinque e Cazzie David quelli di Jayme/Numero Sei). Ultimo ma non meno importante Il Cubo di Psykronium, che introduce terrore esistenziale, cioè Christopher/Numero Sette.

Queste sono solo alcune delle novità in arrivo quest’anno, restate sintonizzati, perché seguiremo tutte le nuove uscite sulle principali piattaforme streaming e aggiorneremo il magazine in modo da tenervi sempre informati.

Leggi anche: “Suspicion”, la nuova serie Apple TV+ con Uma Thurman

Da leggere anche

Federica Prato
Sono Federica, ho 33 anni e ho frequentato il Dams di Torino con indirizzo cinema. Da sempre appassionata di libri, fumetti, film e serie tv, sono cresciuta disegnando e scrivendo storie fin da quando ero piccola. Non appena ci sarà la possibilità non vedo l'ora di poter tornare a visitare il salone del libro e il Lucca Comics, appuntamenti da sempre segnati nella mia agenda.

Speciale multimedia

spot_img

Ultimi inseriti

esplora

Altri articoli